Pastificio San Lorenzo, una nuova scommessa per il quartiere.

Pastificio San Lorenzo, una nuova scommessa per il quartiere.

Patificio San Lorenzo

una nuova scommessa per lo storico quartiere

Il quartiere di San Lorenzo negli ultimi anni non ha goduto di un’ottima fama dal punto di vista enogastronomico. Gli eventi di cronaca che evidenziano il degrado sociale hanno portato alla chiusura di molti ristoranti e locali, anche storici. Oggi, nonostante la grande crisi nella ristorazione, c’è chi ha deciso di investire e riaprire un luogo che ha rappresentato un punto di riferimento nel quartiere, Pastificio San Lorenzo.

La Storia 

Il Pastificio San Lorenzo nasce all’interno dello storico Pastificio Cerere, la più antica delle fabbriche del quartiere che dal 1905 al 1960 ha fornito pasta e farina alla capitale e che circa un decennio dopo divenne un centro artistico. Il nuovo Pastificio è un’osteria gastronomica moderna dall’aspetto retrò, che vuol unire l’arte della pasta artigianale al cocktail bar d’autore. Si può definire un vero e proprio comfort place dove si torna ad una dimensione semplice ma di qualità.

In sinergia con la Fondazione che lo ospita, il Pastificio San Lorenzo vuole tornare a essere un ritrovo per giovani talenti, artisti, musicisti e avventori di San Lorenzo. Uno spazio sempre vivo, dall’aperitivo al dopo cena, con piccoli concerti, mostre, eventi e collaborazioni che porteranno una nuova spinta propulsiva verso il processo di rigenerazione di un quartiere che ha bisogno di una grande spinta per ripartire.

La proposta food

Il menù del Pastificio non è suddiviso in antipasti, primi e secondi. Il menù si apre con l’invito di condividere, per poi lasciare liberi i clienti di scegliere “in ordine sparso” tra una serie di proposte stagionali di carne, pesce e verdure, ordinabili in versione piccola o grande, senza schemi o convenzioni. 

Proseguendo troviamo la sezione Pastificio, in cui si celebra la tradizione italiana della pasta in tutte le sue forme. Dai grandi classici della tradizione romana ai diversi formati di pasta fresca fatta rigorosamente in casa. Il tutto attingendo dal bagaglio di ricette regionali italiane da nord a sud, reinterpretate dallo chef in maniera personale. Una cucina di materia, semplice e diretta che parla di casa, attraverso la mano del giovane chef Gianfranco Pecchioli, che vanta esperienze importanti in Italia e all’estero come Il San Lorenzo, Enigma dei fratelli Adrià, La Pergola e Il Pagliaccio.

Durante la cena degustazione ho assaggiato molti piatti del nuovo menù. Partendo dagli antipasti la focaccia fatta in casa, servita ancora calda con vari topping, è una nuvola morbidissima. I ravioli di Galletto arrosto, hanno un sapore intenso, uno dei piatti che dovete assolutamente provare. Tra i secondi il baccalà alla cacciatora è cotto in modo perfetto e il condimento tipico per un piatto di carne è stata una bella scoperta.

 

Il Cocktail bar d’autore 

Il bancone sarà l’elemento centrale del Pastificio, inviterà i clienti non solo a bere ma a sedersi e mangiare al banco, assaggiare e scambiare due chiacchiere in ogni momento della giornata. La consulenza è affidata a Federico Tomasselli, negli ultimi anni General Manager del Jerry Thomas, che realizzerà un progetto che suddivide il bar in due grandi aree: l’invecchiamento in botte dei cocktail e una destinata ai Bloody Mary. La sezione dei Bloody Mary avrà come materia prima il sugo utilizzato nei piatti della cucina del Pastificio con aggiunta di salse ed altri prodotti speziati per arricchire la bevuta. 

Per l’area dell’invecchiamento il cocktail in una botte “Aging in Barrels” ha come scopo quello di cambiare alcuni aspetti principali del drink, come per esempio aggiungere profondità e definire una personalità più ricca al palato. In carta saranno presenti tre drink che utilizzeranno il passaggio in botte non solo per proporre il twist di un cocktail classico con queste caratteristiche ma anche per stimolare gli stessi bartender in una ricerca in ogni batch del mix migliore per il cliente sia sotto forma di cocktail o come distillato da servire alla fine di un pasto.

 

PASTIFICIO SAN LORENZO

Via Tiburtina, 196 Roma
Per info e prenotazioni 06.5043669
pastificiosanlorenzo.com

 

Culinaria, dove mangiare bene vicino la Stazione Termini

CULINARIA Dove mangiare bene vicino la Stazione Termini  Vicino la stazione Termini, in un vicolo tranquillo su piazza dei Cinquecento nasce il ristorante Culinaria con un menù gourmet e una curata carta dei vini. Una scelta decisamente...

L’Osteria della Trippa, la cucina romana nel cuore di Trastevere

L'Osteria della Trippa la cucina romana nel cuore di Trastevere Lei si chiama Alessandra Ruggeri, è romana di nascita ed è cresciuta fin da piccola con la passione per il buon cibo. Si diploma Cuoca dopo un corso professionale di Tu Chef e...

Pastificio San Lorenzo, una nuova scommessa per il quartiere.

Patificio San Lorenzo una nuova scommessa per lo storico quartiereIl quartiere di San Lorenzo negli ultimi anni non ha goduto di un’ottima fama dal punto di vista enogastronomico. Gli eventi di cronaca che evidenziano il degrado sociale hanno portato alla chiusura di...

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...

Risate&Risotti, dopo Civitavecchia parte alla conquista dell’Etruria

Da ben quattordici anni Luca Pozzuoli, con il sostegno di Fulvio Medici e dell’associazione “Risate&Risotti”, è l’ideatore di questo evento che coniuga food e risate portando a tavola tutti i prodotti di eccellenza enogastronomica italiana

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone Mancini

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone ManciniHo conosciuto lo chef Simone Mancini qualche anno fa a Tivoli durante una cena nel Ristorante La Fornarina, dove tutto mi aspettavo tranne di trovare una cucina gourmet. Un mio amico mi...

Agosto a Roma? 10 locali all’aperto dove trascorrere le vostre serate

Agosto a Roma? I 10 locali all'aperto dove trascorrere le vostre serate   Le tue vacanze sono già finite? Non sei mai partito e ci ritroviamo insieme in questa città afosissima? Vi propongo una piccola carrellata dei migliori spazi all'aperto dove trascorrere le...

Panella Roma, la sua scalata imprenditoriale a suon di “Cazzotti”

Panella Roma la sua scalata imprenditoriale a suon di "Cazzotti"Maria Grazia Panella, volto storico dell’omonimo forno, inizialmente non amava questo lavoro, considerava quello del fornaio un mestiere faticoso e sporco, vedendo sempre suo padre...

Sognando la Sicilia con il U’Curtigghiu di Cus Cus

Profumo di Sicilia nel nuovo U'Curtigghiu di Cus Cus scritto da Giovanna Chichi Valentini Sognando una vacanza nella splendida Sicilia, sono approdata nell’ “u-curtigghiu”, il nuovissimo dehors (in italiano cortile) di Cus Cus, il locale...

Gyoza farciti con carne di maiale di ViolaCucina

Gyoza farciti con carne di maiale di ViolaCucina Ho conosciuto Viola Rossetti qualche anno fa a Monteverde, nel suo piccolo ristorante Viola, cucina cruda. Fu amore a prima vista, non credo di aver mai mangiato un sushi così buono. Il suo modo...

Dafne Garden Cafè, il giardino nascosto a Prati

Dafne Garden Cafè nel quartiere PratiIl 15 giugno la famiglia Pontecorvi, dopo 70 anni di storia e attività nell'hotellerie, apre una nuova struttura a via Fornovo 2, Apollo Boutique Hotel. Composto da 14 camere curate in ogni dettaglio e...

Risotto rapa rossa e gorgonzola di Massimo Pedico

RISOTTO RAPA ROSSA E GORGONZOLA di Massimo Pedico Ricetta per due persone Ingredienti 200 gr Riso Carnaroli 600 ml brodo vegetale 3 rape rosse cotte al vapore  1 cipolla rossa 1/2 bicchiere di vino bianco 1 noce di burro 100 gr parmigiano 100gr...
Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

 

Qualche anno fa vi avevo annunciato l’arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un’attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola) di riso arricchito con pesce crudo marinato, frutta tropicale e verdure, sono nel menù di moltissimi ristoranti e il loro consumo è in continua crescita.

E se unissimo il trazionale panino italiano al fusion della cucina hawaiana? 

Tre giovani professionisti e imprenditori della cucina hanno azzardato questa sfida tra tradizione e innovazione ideando il Pan Pokè!

Classico ed esotico in un mix di prodotti di alta qualità e rispetto per l’ambiente sono i capisaldi di questo nuovo street food totalmente plastic-free che nasce nel cuore di Roma, a pochi passi dai Musei Vaticani. Pan Pokè propone, oltre a un’ampia scelta di panini dai mix insoliti e gourmet (con pane rigorosamente cotto al momento), anche le classiche poké, per i più attenti alla linea e al cibo salutare.

Il locale, che si trova nel quartiere Prati della Capitale – via Candia 93 – è minimal e informale: l’atmosfera, infatti, è pensata per essere accogliente e ideale per una pausa pranzo o una sosta serale o uno snack pomeridiano, dal momento che sono tante anche le proposte dolci, come i panini con il cioccolato o il caramello salato, la frutta secca o il mascarpone allo zafferano.

Mentre tutti chiudevano per la pandemia di covid-19, noi abbiamo deciso di lanciarci in questa nuova avventura, in questa sfida” spiegano Valeria Punzo, Behnam Kashkooli e Fulvio Piersanti i titolari del locale. “Da qualche parte si doveva pur ricominciare – continuano – e allora, abbiamo pensato, ‘perché non ricominciare proprio da Pan Pokè?’.

In bocca al lupo, ragazzi!!!!

 

Pan Pokè
via Candia 93 – Roma
Inaugurazione: sabato 26 settembre
Ore: 17,00

Aperti tutti i giorni dalle 11.00 alle 23.30

Pastificio San Lorenzo, una nuova scommessa per il quartiere.

Patificio San Lorenzo una nuova scommessa per lo storico quartiereIl quartiere di San Lorenzo negli ultimi anni non ha goduto di un’ottima fama dal punto di vista enogastronomico. Gli eventi di cronaca che evidenziano il degrado sociale hanno portato alla chiusura di...

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...

Risate&Risotti, dopo Civitavecchia parte alla conquista dell’Etruria

Da ben quattordici anni Luca Pozzuoli, con il sostegno di Fulvio Medici e dell’associazione “Risate&Risotti”, è l’ideatore di questo evento che coniuga food e risate portando a tavola tutti i prodotti di eccellenza enogastronomica italiana

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone Mancini

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone ManciniHo conosciuto lo chef Simone Mancini qualche anno fa a Tivoli durante una cena nel Ristorante La Fornarina, dove tutto mi aspettavo tranne di trovare una cucina gourmet. Un mio amico mi...

Agosto a Roma? 10 locali all’aperto dove trascorrere le vostre serate

Agosto a Roma? I 10 locali all'aperto dove trascorrere le vostre serate   Le tue vacanze sono già finite? Non sei mai partito e ci ritroviamo insieme in questa città afosissima? Vi propongo una piccola carrellata dei migliori spazi all'aperto dove trascorrere le...

Panella Roma, la sua scalata imprenditoriale a suon di “Cazzotti”

Panella Roma la sua scalata imprenditoriale a suon di "Cazzotti"Maria Grazia Panella, volto storico dell’omonimo forno, inizialmente non amava questo lavoro, considerava quello del fornaio un mestiere faticoso e sporco, vedendo sempre suo padre...

Sognando la Sicilia con il U’Curtigghiu di Cus Cus

Profumo di Sicilia nel nuovo U'Curtigghiu di Cus Cus scritto da Giovanna Chichi Valentini Sognando una vacanza nella splendida Sicilia, sono approdata nell’ “u-curtigghiu”, il nuovissimo dehors (in italiano cortile) di Cus Cus, il locale...

Gyoza farciti con carne di maiale di ViolaCucina

Gyoza farciti con carne di maiale di ViolaCucina Ho conosciuto Viola Rossetti qualche anno fa a Monteverde, nel suo piccolo ristorante Viola, cucina cruda. Fu amore a prima vista, non credo di aver mai mangiato un sushi così buono. Il suo modo...

Dafne Garden Cafè, il giardino nascosto a Prati

Dafne Garden Cafè nel quartiere PratiIl 15 giugno la famiglia Pontecorvi, dopo 70 anni di storia e attività nell'hotellerie, apre una nuova struttura a via Fornovo 2, Apollo Boutique Hotel. Composto da 14 camere curate in ogni dettaglio e...

Risotto rapa rossa e gorgonzola di Massimo Pedico

RISOTTO RAPA ROSSA E GORGONZOLA di Massimo Pedico Ricetta per due persone Ingredienti 200 gr Riso Carnaroli 600 ml brodo vegetale 3 rape rosse cotte al vapore  1 cipolla rossa 1/2 bicchiere di vino bianco 1 noce di burro 100 gr parmigiano 100gr...
Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone Mancini

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone Mancini

Slider

Ristorante Capriccio a Capri

e la cucina di Simone Mancini

Ho conosciuto lo chef Simone Mancini qualche anno fa a Tivoli durante una cena nel Ristorante La Fornarina, dove tutto mi aspettavo tranne di trovare una cucina gourmet. Un mio amico mi chiese di provare la cucina di questo ristorante ed io ho pensato: “ecco la solita pizzeria di paese, con fritti, pizza, carbonara e stornelli”. Rimasi così estasiata dai piatti dello chef che portai tutti i miei colleghi blogger e giornalisti enogastronomici a provare la sua cucina, quel talento non poteva rimanere nell’ombra. 

Più di un mese fa, una calda e noiosa mattina di giugno ricevetti la chiamata dello Chef Simone Mancini che mi comunica che dall’11 luglio sarà alla guida di un Ristorante a Capri, il Capriccio. Lontano dalla sua piccola provincia, con la sua valigia piena di sogni ha deciso di affrotare questa nuova sfida in un momento di rinascita lento e tortuoso.

Il mio soggiorno al Villa Blu Capri

Il Capriccio è il Ristorante del cinque stelle luxury Hotel Villa Blu Capri, che con un grande coraggio nel mese di Luglio ha sigillato ufficialmente il passaggio della catena Melià alla nuova gestione italiana di S&S Group della famiglia Spinelli.

Il Villa Blu Capri, nel cuore della bellissima Anacapri, è una struttura classica ed elegante, tipicamente caprese, dai colori bianco e blu  mare. La nuova proprietà in poche settimane ha rilevato l’Hotel, non ha apportato modifiche strutturali ma ha semplicemente reso più confortevole le camere e gli spazi comuni. L’hotel è composto da 27 camere che si suddividono in classic room, deluxe, superior room, junior suite,  premium room, fino alla suite vista mare con RoofTop panoramico.

La piscina Blue Pool Lounge, con i suoi mosaici blu sul fondo è stato il luogo perfetto e più amato durante il nostro soggiorno, lontano dai luoghi affollati e cullati da una piacevole musica lounge.

La famiglia Spinelli punta molto sul Ristorante gourmet Capriccio. Con il gruppo Melià la gestione era esterna mentre ora l’obiettivo è quello di creare una cucina di livello rivolta non solo agli ospiti che soggiornano nell’Hotel ma a tutti coloro che visitano Capri.

Affidarsi alla consulenza e al talento dello Chef Simone Mancini è stata, a mio avviso, una scelta vincente. Specie dopo aver assaggiato uno dei suoi menù degustazione.

 

Il menù degustazione del Capriccio 

Lo chef Simone Mancini oltre al menù alla carte propone due menù degustazione, uno ad euro 55,00 che prevede un antipasto, un primo e un secondo piatto con un dessert che chiude il pasto. Il secondo menù ha un costo di euro 80,00, in aggiunta prevede due antipasto. Per entrambi la degustazione vini è a parte, al solo costo di 30,00 euro .

La mia degustazione inizia con una serie di stuzzichini preparati dallo chef, il Bao al vapore con king crab, misticanza e lime; la gustorissima Polpetta di mare su crema di patate e cozze con grattugiato di noci e tartufo nero estivo. Molto apprezzata la Sfera di baccalà mantecato in tempura, polvere di lamponi e maionese di cozze.

Con l’arrivo degli antipasti abbiamo vissuto la vera esperienza enogastronimica, con un viaggio nell’estro cromatico dello chef.

 

Il piatto più bello e suggestivo che abbia mai mangiato, il Blu Capri: zuppa di mare tiepida, verdura in carpione, acqua di miso, capasanta, guanciale, pesca e pastinaca. Lo chef pensando a quest’isola che lo ha accolto ha dedicato un piatto in cui la ricerca accurata della materia prima, e gli abbinamenti cromatici creano una vera opere d’arte. Ottime e bilanciate le diverse consistenze del pesce.

 

La presentazione degli antipasti prosegue con Capriccio: tartare di tonno pinna gialla con estratto di cipolla rossa a freddo, zenzero e caviale di salmone.

Gambero rosso marinato al lime, champagne cremoso di patate viola e tartufo è un altro grande omaggio ai sapori della terra e del mare con un bellissimo gioco di colori, che delicatamente esplode sul palato.

Dopo aver preparato il nostro palato a sapori più forti e decisi arrivano due primi piatti di grande carattere, dove il Risotto allo zafferano di montagna, ristretto di midollo, polvere di porcini e nocciole ha ricevuto il consenso di tutti i commensali. I Paccheri ripieni con ragù di polpo, spuma di pecorino, polvere di guanciale e spugnole penalizzati dalla quantità del formaggio che in modo non equilibrato ha coperto il sapore del polpo, con il giusto bilanciamento può trovare anche lui il suo momento di gloria.

Ricciola appena scottata con scarola liquida, daikon croccante e rabarbaro. Un secondo piatto ben strutturato e dai sapori decisi.

Ora passiamo ai bellissimi dolci realizzati dallo Chef. Ha un talento innato per la pasticceria e già lo avevamo intuito dalla mia prima esperienza alla Fornarina.

La Cheesecake scomposta allo yogurt, crumble di frolla salata e ganache ai mirtilli è stato un viaggio senza ritorno nel vortice del piacere. Bellissimo da ammirare e il gusto ha raggiungo ogni aspettativa. Non poteva però mancare il dolce che accompagna lo chef da molti anni, il Magnum ai lamponi, cioccolato bianco ed oro. Un’esperienza mistica, da provare assolutamente.

Il servizio al Capriccio è impeccabile, dopotutto ci troviamo pur sempre in un Hotel 5 stelle luxury. Il prezzo scelto per questi menù è basso in rapporto alla qualità delle materie prime. 

Due sere a settimana sarà possibile prenotare la cena a bordo della bellissima piscina. Ogni venerdì e sabato sera sui divanetti che guardano la strada principale di Anacapri è possibile ascoltare musica dal vivo sorseggiando un buon vino del Blu Lounge e gustare piatti tipici campani.

Le proposte sono infinite e io sono sicura che non avremo più occasione di visitare l’Isola di Capri senza la grande folla di turisti, godendoci il paesaggio, i profumi e il cibo senza lunghe attese.

Questo è il momento giusto e come me tornerete a casa con un piacevole ricordo che rimarrà vivido a lungo.

 

INFORMAZIONI UTILI

Hotel Villa Blu Capri – Ristorante Capriccio

Via Giuseppe Orlandi, 103 (206,30 km) 80071 Anacapri, Campania
Tel 081 837 3924

Culinaria, dove mangiare bene vicino la Stazione Termini

CULINARIA Dove mangiare bene vicino la Stazione Termini  Vicino la stazione Termini, in un vicolo tranquillo su piazza dei Cinquecento nasce il ristorante Culinaria con un menù gourmet e una curata carta dei vini. Una scelta decisamente...

L’Osteria della Trippa, la cucina romana nel cuore di Trastevere

L'Osteria della Trippa la cucina romana nel cuore di Trastevere Lei si chiama Alessandra Ruggeri, è romana di nascita ed è cresciuta fin da piccola con la passione per il buon cibo. Si diploma Cuoca dopo un corso professionale di Tu Chef e...

Pastificio San Lorenzo, una nuova scommessa per il quartiere.

Patificio San Lorenzo una nuova scommessa per lo storico quartiereIl quartiere di San Lorenzo negli ultimi anni non ha goduto di un’ottima fama dal punto di vista enogastronomico. Gli eventi di cronaca che evidenziano il degrado sociale hanno portato alla chiusura di...

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...

Risate&Risotti, dopo Civitavecchia parte alla conquista dell’Etruria

Da ben quattordici anni Luca Pozzuoli, con il sostegno di Fulvio Medici e dell’associazione “Risate&Risotti”, è l’ideatore di questo evento che coniuga food e risate portando a tavola tutti i prodotti di eccellenza enogastronomica italiana

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone Mancini

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone ManciniHo conosciuto lo chef Simone Mancini qualche anno fa a Tivoli durante una cena nel Ristorante La Fornarina, dove tutto mi aspettavo tranne di trovare una cucina gourmet. Un mio amico mi...

Agosto a Roma? 10 locali all’aperto dove trascorrere le vostre serate

Agosto a Roma? I 10 locali all'aperto dove trascorrere le vostre serate   Le tue vacanze sono già finite? Non sei mai partito e ci ritroviamo insieme in questa città afosissima? Vi propongo una piccola carrellata dei migliori spazi all'aperto dove trascorrere le...

Panella Roma, la sua scalata imprenditoriale a suon di “Cazzotti”

Panella Roma la sua scalata imprenditoriale a suon di "Cazzotti"Maria Grazia Panella, volto storico dell’omonimo forno, inizialmente non amava questo lavoro, considerava quello del fornaio un mestiere faticoso e sporco, vedendo sempre suo padre...

Sognando la Sicilia con il U’Curtigghiu di Cus Cus

Profumo di Sicilia nel nuovo U'Curtigghiu di Cus Cus scritto da Giovanna Chichi Valentini Sognando una vacanza nella splendida Sicilia, sono approdata nell’ “u-curtigghiu”, il nuovissimo dehors (in italiano cortile) di Cus Cus, il locale...

Gyoza farciti con carne di maiale di ViolaCucina

Gyoza farciti con carne di maiale di ViolaCucina Ho conosciuto Viola Rossetti qualche anno fa a Monteverde, nel suo piccolo ristorante Viola, cucina cruda. Fu amore a prima vista, non credo di aver mai mangiato un sushi così buono. Il suo modo...

Dafne Garden Cafè, il giardino nascosto a Prati

Dafne Garden Cafè nel quartiere PratiIl 15 giugno la famiglia Pontecorvi, dopo 70 anni di storia e attività nell'hotellerie, apre una nuova struttura a via Fornovo 2, Apollo Boutique Hotel. Composto da 14 camere curate in ogni dettaglio e...

Risotto rapa rossa e gorgonzola di Massimo Pedico

RISOTTO RAPA ROSSA E GORGONZOLA di Massimo Pedico Ricetta per due persone Ingredienti 200 gr Riso Carnaroli 600 ml brodo vegetale 3 rape rosse cotte al vapore  1 cipolla rossa 1/2 bicchiere di vino bianco 1 noce di burro 100 gr parmigiano 100gr...
Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...

leggi tutto

Agosto a Roma? 10 locali all’aperto dove trascorrere le vostre serate

Agosto a Roma? 10 locali all’aperto dove trascorrere le vostre serate

Agosto a Roma?

I 10 locali all’aperto dove trascorrere le vostre serate

 

Le tue vacanze sono già finite?

Non sei mai partito e ci ritroviamo insieme in questa città afosissima?

Vi propongo una piccola carrellata dei migliori spazi all’aperto dove trascorrere le ultime settimane di questa estate romana dall’aperitivo, cena e dopo cena. Le proposte per Farragosto sono diverse, date un’occhiata e scegliete la location giusta per voi.

 

1. The Sanctuary Eco Retreat

The Sanctuary Eco Retreat si estende in un bellissimo giardino nel cuore di Roma, in Via Terme di Traiano. La struttura è immersa in un parco di almeno 4000 mq dove troviamo spa, ristoranti, zona wellness, yoga e un’area dedicata agli spettacoli e alle performances artistiche.

Aperto tutti i giorni dalle ore 11 del mattino fino a tarda sera. In questo periodo estivo viene data la possibilità di pranzare a bordo di una piccola piscina dal martedì alla domenica, dalle 12.00 alle 16.00. Il menù ha un costo di soli 20 euro e comprende un antipasto, main e dolcetto a scelta. Il The Sanctuary ha organizzato anche delle postazioni per accogliere lavoratori in smart working all’ombra delle palme che invadono l’oasi di pace di questo paradiso.

Dalle 18.00 alle 21.00 c’è una formula aperitivo interessante

– Pizza o Sushi con Birra o Vino 10€
– Pizza o Sushi con Cocktail 15€

Prenotazioni obbligatoria

The Sanctuary Eco Retreat

Via delle Terme di Traiano 4a Roma

Tel. 0683796820 – Email info@thesanctuaryroma.it

2. Feria – Lanificio

Feria è il Rooftop del Lanifico, in puro stile balneare. Arredato con sdraio colorate anni ’60 è una fedele riproduzione di una spiaggia in una delle parti più industriali di Roma. Quest’anno, in seguito alle disposizioni anti Covid, hanno raddoppiato lo spazio, oltre alla terrazza hanno aperto anche il Loft.

Dalle 18.00 alle 2.00 del mattino sarà a disposizione il cocktail bar con freschissimi drink e tante proposte per un aperitivo al tramonto o per una cena sul tetto, accompagnata da musica e dj-set. Il servizio sarà rigorosamente al tavolo.

Prenotazione obbligatoria

Feria Lanificio

Via di Pietralata 150 Roma
Tel 392 9163156 –  392 8608120 attivi dalle ore 15.00

3. Largo Venue

Largo Venue  è uno spazio dedicato all’intrattenimento culturale, un piccolo giardino ritagliato nel traffico della Prenestina, in posizione strategica tra San Lorenzo e il Pigneto. Conosciuto in questi anni per la musica dal vivo, per il relax in giardino e per il clubbing all’interno del capannone. Una particolarità di questa estate 2020 è l’angolo del delivery food, puoi ordinare presso il tuo ristorante preferito e  fartelo consegnare a Largo Venue. Devi solo prenotare il tuo tavolo e potrai consumare la tua cena direttamente in giardino.

Prenotazione obbligatoria

Largo Venue

Via Biordo Michelotti, 2/ang. Via Prenestina 187
Tel. 3714825761

4. Profumo Spazio Sensoriale

Profumo Spazio Sensoriale, si entende in un parco bellisismo in Via di Villa Lauchli, 1. Pensate che l’articolo sulla sua apertura è uno tra i più letti nel mio Blog, sono davvero felice di questo perchè ne rimasi estasiata. Nelle ultime settimane hanno creato un FioriVillage, tre case di fiori aperte dalle 19 alle 02. L’aperitivo è a cura di Botaniko, la cena e il dopocena sono accompagnati dal dj set selezionato dal Dj Ravin, del Buddha Bar di Parigi.  Durante la serata di Ferragosto migliaia di candele illumineranno i 10.000 mq di spazi, subito dopo il tramonto con un sottofondo di musica, sarà uno spettacolo davvero suggestivo.

Il Cocktail & Tapas Bar sensoriale, ha lo scopo di abbinare quattro diversi menù sensoriali selezionati da chef e bar manager. Questo è il format di Profumo, non lasciare nulla al caso, ogni materia prima utilizzata richiama uno dei cinque sensi in un percorso sapientemente studiato.

Prenotazione obbligatoria

Profumo Spazio Sensoriale

Via di Villa Lauchli 1, Roma
Tel 351 276 7173

5. Giardino Verano

Giardino Verano è una piccola oasi in Via Tiburtina, tra l’Università La Sapienza e San Lorenzo, allestita da Habicura grazie al permesso del Municipio Roma II – Assessorato alla Cultura. E’ una manifestazione culturale molto frequentata dai romani nelle calde serate estive. Di una grandissima semplicità, sia nella presentazione che nell’arredamento rappresenta il classico posticino da birretta e quattro chiacchere con gli amici. Arredato con materiali di riciclo in legno e lucine vintage, per tutto il mese di Agosto ci terrà compagnia con musica dal vivo e dj set. Nella serata di Ferragosto si ballerà Pizzica e Taranta con Le Tarantole di Sandro Pasquali che ripercorrerà la storia della musica popolare salentina e del Sud-italia.

Aperto dalle 17,00 alle 02,00, offre punti di ristoro con apertitivo e cena servita al tavolo, area biliardini e ping pong.

Giardino Verano 

Piazzale del Verano (1,85 km) Roma
info@giardinoverano.it
Tel 377 12 53 724 – 328 57 50 390

6. Parco Appio

Parco Appio, un’altra location in uno dei cuori verdi di Roma, si trova all’interno dell’area della Fonte Egeria ed è considerato la porta d’ingresso al Parco della Caffarella e dell’Appia Antica. Per fortuna Municipi, associazioni e organizzatori si uniscono e creano manifestazioni culturali, aree di aggregazione e ristoro in luoghi così belli della nostra città. Uno spazio poloifunzionale con l’angolo della pizza, ristorante, cocktail bar e tanto altro. 

Per Ferragosto, ovvero per il 15 e 16 agosto la sagra del pesce del litorale laziale entrerà in scena sia a pranzo che cena. Il menù alla carta prevede pesce fritto, primi espressi e secondo piatto sulla brace! Nel rispetto delle norme anti Covid gli organizzatori prevedono nuove formule “servite” per evitare gli assembramenti e due turni diversi.

Turni 12:00 – 13:30 / 13:30 -15:00
Turni 18:00 – 19:30 / 19:30 – 21:00

Dalle 21:30 ingresso libero fino a raggiungimento capienza massima.

Per tutto il mese di Agosto il Parco è aperto ed operativo!

Prenotazione obbligatoria

Parco Appio

Tel 0678393634
Via del Almone 105 / Arco di Travertino

 

7. Luce Experience

Luce Experience è il nuovo ristorante, cocktail bar e pizzeria nel Parco Archeologico dell’Appia Antica. La Nuova Villa dei Cesari è una dimora storia di antica costruzione che veniva utilizzata, prima del Lockdown, per ospitare eventi privati, cerimonie e meeting, con uno dei servizi di alta banquettistica più rinomati della capitale, Ambrosini Banqueting dal 1925. La proprietaria Iolanda Ambrosini ha convertito la Villa in un ristorante con un bellissimo giardino con installazioni aperte di legno a forma di igloo, arredate lucine sospese, tappeti di diverse dimensioni e cuscini color ottanio, mentre i tavoli più alti, disposti sempre nel giardino, tra i banani sono bianchi, in uno stile shabby chic. La parte esterna può contare ben 200 posti a sedere con distanziamento.

Dall’aperitivo, alla cena al dopocena diverse sono le proposte per trascorrere una serata lontano dalla città in uno dei Parchi più belli di Roma. Da non sottovalutare l’ampio parcheggio riservato agli ospiti.

Luce Experience
Location: Via delle Sette Chiese, 293 – Rm
Parcheggio: in Via Ardeatina, 164 – Rm
Reservations: (+39) 338 8983 667 oppure (+39) 06 5141199    
Luce Cocktail Bar: 19:30 – 2:00
Luce Dinner: 19:00 – 00:00 Via Ardeatina 164, 00134 Roma

8. Casina Valadier

Casina Valadier, un angolo di paradiso nel cuore di Villa Borgherse, con una vista su Roma al tramonto che ti lascia senza fiato. Per tutto il mese di Agosto rimangono aperti con il Caffè del Pincio per il pranzo, il Chill Sunset Bar per l’aperitivo e infine la terrazza del Ristorante con vista. La novità ddi questo 2020 è il Chill Sunset Bar, il “concept” per l’aperitivo en plein air, che si presenta come un “bosco urbano” che, grazie anche all’impiego di 180 piante, applica un distanziamento naturale tra i tavoli e riveste completamente il bancone del bar, lasciando delle piccole aperture sufficienti a servire i cocktail. Ideatrice e realizzatrice di questo magnifico bosco è la famosa Flower Design Federica Ambrosini. 

Un’estate all’insegna della musica d’atmosfera, mixology raffinata e delizie gastronomiche il tutto con la collaborazione con la Lux Eventi di Roberto Fantauzzi, conosciuto come uno degli organizzatori di punta della movida romana.

Ve lo consiglio per la vista, per il bar che non ti aspetti e per la temperatura mite in questa torrida estate.

Prenotazione obbligatoria

 Casina Valadier

Piazza Bucarest, Villa Borghese – 00187 Roma
Tel (+39) 06 69922090 – Email: info@casinavaladier.it

9. The Magick Bar

The Magick Bar, sul Lungotevere Oberdan, è un altro piccolo giardino nella giungla urbana che ormai è giunto alla sua dodicesima stagione. Un altro angolo dove rifugiarsi per un aperitivo, una cena o un dopocena. Per tutto il mese di Agosto ci accompagna con eventi e dj set. Troverete tutta la programmazione sulla loro pagina Facebook. Lo chef Italo – argentino Emiliano Lopez per la serata di Ferragosto, oltre al menù alla carta, propone un formula davvero interessante: Paella Valenciana e Sangria ad euro 15,00.

Dalle 18.00 si potrà partecipare gratuitamente alla Masterclass sulla Paella Valenciana, naturalmente dovete prenotarvi in anticipo.

The Magick Bar 

Lungotevere Guglielmo Oberdan, 2 Roma
T. (+39) 349 681 5516
M. themagickbar@gmail.com

10. Wunderkummer

Ultimo della lista ma non per importanza, il Wunderkammer, in italiano “camera delle meraviglie”. Siamo a pochi chilomentri da Roma, precisamente sulle rive del Lago di Casterl Gandolfo. Conosciuto negli ultimi mesi soprattutto per la presenza in cucina dello chef stellato Marco Martini che propone due menù degustazione (da euro 55,00 fino a 65,00 euro, bevande escluse).

Di ispitazione tropicale la creazione del giardino esotico, è davvero suggestivo. Aperto dalle prime ore del mattino fino a tarda notte propone piatti tradizionali, inaspettati, pinse romane e cocktail esotici. Musica con dj set, spettacoli accompagneranno gli ospiti ogni sera. A Ferragosto sia per venerdì 14 che per sabato 15 Agosto equilibristi, giocolieri, artisti del fuoco e illusionisti daranno vita a due serate speciali.

Prenotazione obbligatoria

Wunderkammer

Via Spiaggia del Lago 24 – Castel Gandolfo
Tel 3480558415

Vi ho dato anche un’idea su come evadere da questa città?

 

Pastificio San Lorenzo, una nuova scommessa per il quartiere.

Patificio San Lorenzo una nuova scommessa per lo storico quartiereIl quartiere di San Lorenzo negli ultimi anni non ha goduto di un’ottima fama dal punto di vista enogastronomico. Gli eventi di cronaca che evidenziano il degrado sociale hanno portato alla chiusura di...

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...

Risate&Risotti, dopo Civitavecchia parte alla conquista dell’Etruria

Da ben quattordici anni Luca Pozzuoli, con il sostegno di Fulvio Medici e dell’associazione “Risate&Risotti”, è l’ideatore di questo evento che coniuga food e risate portando a tavola tutti i prodotti di eccellenza enogastronomica italiana

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone Mancini

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone ManciniHo conosciuto lo chef Simone Mancini qualche anno fa a Tivoli durante una cena nel Ristorante La Fornarina, dove tutto mi aspettavo tranne di trovare una cucina gourmet. Un mio amico mi...

Agosto a Roma? 10 locali all’aperto dove trascorrere le vostre serate

Agosto a Roma? I 10 locali all'aperto dove trascorrere le vostre serate   Le tue vacanze sono già finite? Non sei mai partito e ci ritroviamo insieme in questa città afosissima? Vi propongo una piccola carrellata dei migliori spazi all'aperto dove trascorrere le...

Panella Roma, la sua scalata imprenditoriale a suon di “Cazzotti”

Panella Roma la sua scalata imprenditoriale a suon di "Cazzotti"Maria Grazia Panella, volto storico dell’omonimo forno, inizialmente non amava questo lavoro, considerava quello del fornaio un mestiere faticoso e sporco, vedendo sempre suo padre...

Sognando la Sicilia con il U’Curtigghiu di Cus Cus

Profumo di Sicilia nel nuovo U'Curtigghiu di Cus Cus scritto da Giovanna Chichi Valentini Sognando una vacanza nella splendida Sicilia, sono approdata nell’ “u-curtigghiu”, il nuovissimo dehors (in italiano cortile) di Cus Cus, il locale...

Gyoza farciti con carne di maiale di ViolaCucina

Gyoza farciti con carne di maiale di ViolaCucina Ho conosciuto Viola Rossetti qualche anno fa a Monteverde, nel suo piccolo ristorante Viola, cucina cruda. Fu amore a prima vista, non credo di aver mai mangiato un sushi così buono. Il suo modo...

Dafne Garden Cafè, il giardino nascosto a Prati

Dafne Garden Cafè nel quartiere PratiIl 15 giugno la famiglia Pontecorvi, dopo 70 anni di storia e attività nell'hotellerie, apre una nuova struttura a via Fornovo 2, Apollo Boutique Hotel. Composto da 14 camere curate in ogni dettaglio e...

Risotto rapa rossa e gorgonzola di Massimo Pedico

RISOTTO RAPA ROSSA E GORGONZOLA di Massimo Pedico Ricetta per due persone Ingredienti 200 gr Riso Carnaroli 600 ml brodo vegetale 3 rape rosse cotte al vapore  1 cipolla rossa 1/2 bicchiere di vino bianco 1 noce di burro 100 gr parmigiano 100gr...
Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...

leggi tutto

Panella Roma, la sua scalata imprenditoriale a suon di “Cazzotti”

Panella Roma, la sua scalata imprenditoriale a suon di “Cazzotti”

Slider

Panella Roma

la sua scalata imprenditoriale a suon di “Cazzotti”

Maria Grazia Panella, volto storico dell’omonimo forno, inizialmente non amava questo lavoro, considerava quello del fornaio un mestiere faticoso e sporco, vedendo sempre suo padre sporco di farina. Poi un giorno, passando in laboratorio, notò il fornaio siciliano all’opera, fuori dal normale orario di lavoro, alle prese con l’impasto che stava modellando per dargli la forma di un pupazzo e di un animale. Stava modellando il pane alla ricerca di un modo per far mangiare suo figlio inappetente. In quel momento s’innamorò del pane, perché vide in esso la possibilità di creare, dar forma a qualcosa di grande con il pane.

Oggi Maria Grazia Panella, a distanza di anni dimostra la stessa passione che provava da ragazza e che l’ha spinta a trasformare l’attività di famiglia in un riferimento storico per la capitale anche dal punto di vista culturale.

Le iniziative culturali e i progetti imprenditoriali

Diverse le iniziative che ha portato aventi in questi anni, da “La via del pane attraverso l’Europa”, un progetto che ha coinvolto i più grandi maestri fornai stranieri, invitandoli a Roma per preparare i loro lievitati e per farli conoscere e apprezzare da tutti, alla “Festa del pane dell’antica Roma”, che ha consentito a Maria Grazia Panella e al suo team di collaboratori di studiare le ricette dell’epoca, utilizzando il farro, il kamut e la farina integrale per donare ai romani il cibo dei loro avi.

Non solo un ritorno alle origini, alle tradizioni, Maria Grazie coadiuvata da Tiziana Bufacchi, ha una visione imprenditoriale molto ampia e lungimirante. Il suo obiettivo è quello di allargare gli orizzonti con progetti moderni individuando le migliori tecniche di lavorazione e i partner ideali per consentire al brand di poter crescere, portando ovunque il profumo del suo pane. “Amo fare il pane ma questo mestiere non lascia spazio alla nostalgia, bisogna evolvere”.

Da qui l’apertura del nuovo punto vendita a Boccea e un’altra sede che nascerà nella zona del Pantheon, nel pieno centro della capitale. Questa visione moderna ha portato le due donne verso nuove collaborazioni, tra queste una delle più importanti è con il gruppo Cremonini e il brand “Chef Express”, grazie al quale il forno Panella diventeràq il fornitore principale di molti punti vendita e porterà i propri prodotti in alcune stazioni (al momento Roma Termini e Tiburtina e Bolzano) in attesa di poter ulteriormente completare il proprio processo di espansione.

In questo astuto piano di espansione c’è l’apertura dei Panella Corner, punti vendita di dimensioni ridotte, ubicati nelle varie zone della città per riportare in auge in concetto di “forno di quartiere”, per poter assaggiare in qualunque posto di Roma l’indimenticabile Zabaione di Panella o la sua famosa Pizza con la mortadella. Assaggiata e confermo che è una delle pizze più buone che abbia mai mangiato a Roma.

La nuova proposta aperitivo, i Cazzotti

Non solo progetti futuri ma anche grandi novità legate al momento dell’aperitivo si chiama “Cazzotti”, una particolare versione del Pane Campagnolo, proposto in tre differenti versioni con altrettante golose farciture a base di creme, hummus, salumi e molto altro. L’impasto a lievitazione naturale, realizzato utilizzando il lievito madre e la biga, diviene il protagonista di un originale aperitivo, grazie all’abbinamento con lo Spritz o con una speciale birra di Panella, anch’essa realizzata con il Campagnolo.

Con solo quindici euro possiamo scegliere i nostri Cazzotti e bere un drink in una delle piazzette più frequentate di Roma. Panella è sempre stato un luogo di riferimento e i suoi lievitati una garanzia. Con l’arrivo dei Cazzotti, vista l’eliminazione del Buffet, è la giusta soluzione, anche perché dopo tre panini farciti la sostanza si sente!!!

 

Panella – dal 1929

Via Merulana, 54 00185 Roma tel. (+39) 06 48 72 435

Aperti dal lunedì al sabato dalle 08:00 alle 00:00

Pastificio San Lorenzo, una nuova scommessa per il quartiere.

Patificio San Lorenzo una nuova scommessa per lo storico quartiereIl quartiere di San Lorenzo negli ultimi anni non ha goduto di un’ottima fama dal punto di vista enogastronomico. Gli eventi di cronaca che evidenziano il degrado sociale hanno portato alla chiusura di...

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone Mancini

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone ManciniHo conosciuto lo chef Simone Mancini qualche anno fa a Tivoli durante una cena nel Ristorante La Fornarina, dove tutto mi aspettavo tranne di trovare una cucina gourmet. Un mio amico mi...

Agosto a Roma? 10 locali all’aperto dove trascorrere le vostre serate

Agosto a Roma? I 10 locali all'aperto dove trascorrere le vostre serate   Le tue vacanze sono già finite? Non sei mai partito e ci ritroviamo insieme in questa città afosissima? Vi propongo una piccola carrellata dei migliori spazi all'aperto dove trascorrere le...

Panella Roma, la sua scalata imprenditoriale a suon di “Cazzotti”

Panella Roma la sua scalata imprenditoriale a suon di "Cazzotti"Maria Grazia Panella, volto storico dell’omonimo forno, inizialmente non amava questo lavoro, considerava quello del fornaio un mestiere faticoso e sporco, vedendo sempre suo padre...

Sognando la Sicilia con il U’Curtigghiu di Cus Cus

Profumo di Sicilia nel nuovo U'Curtigghiu di Cus Cus scritto da Giovanna Chichi Valentini Sognando una vacanza nella splendida Sicilia, sono approdata nell’ “u-curtigghiu”, il nuovissimo dehors (in italiano cortile) di Cus Cus, il locale...

Dafne Garden Cafè, il giardino nascosto a Prati

Dafne Garden Cafè nel quartiere PratiIl 15 giugno la famiglia Pontecorvi, dopo 70 anni di storia e attività nell'hotellerie, apre una nuova struttura a via Fornovo 2, Apollo Boutique Hotel. Composto da 14 camere curate in ogni dettaglio e...

The Court, il cocktail bar con vista Colosseo

The Court il cocktail bar con vista Colosseo   Molto spesso mi chiedete consigli su dove far un buon aperitivo, il primo posto che mi viene in mente è The Court, il Cocktail Bar di Palazzo Manfredi con vista Colosseo. La luce del sole che...

Osteria Braceria Stai Manzo, una grande scoperta alle porte di Roma

Osteria Braceria Stai Manzo una grande scoperta alle porte di Roma  Osteria Braceria Stai Manzo, a pochi passi da Roma, precisamente a Via Anagina 529A, poco fuori dal raccordo anulare ai piedi di Grottaferrata, è uno dei primi ristoranti...

La pizza di Straforno che sta conquistando Roma

Straforno la pizzeria che sta conquistando Roma Nelle ultime settimane sta facendo molto parlar di sè, Straforno - focaccia, pizza & Burger, la pizzeria di San Basìilio che durante la quarantena con il suo delivery ha varcato ogni quartiere...
Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...

leggi tutto

Sognando la Sicilia con il U’Curtigghiu di Cus Cus

Sognando la Sicilia con il U’Curtigghiu di Cus Cus

Slider

Profumo di Sicilia

nel nuovo U’Curtigghiu di Cus Cus

scritto da Giovanna Chichi Valentini

Sognando una vacanza nella splendida Sicilia, sono approdata nell’ “u-curtigghiu”, il nuovissimo dehors (in italiano cortile) di Cus Cus, il locale siciliano di Simona Iacono: uno spazio esterno dove degustare il cous cous artigianale condito con specialità di stagione, tra cui il pesce, oppure fermarsi a chiacchierare (fare “curtigghiu“) davanti ad una freschissima granita accompagnata dalla tipica brioche siciliana.

Tra le novità di questa estate c’è appunto il dehors, “u-curtigghiu” per i siciliani, dove si possono trovare sedie e tavoli coloratissimi pronti ad accogliere i clienti vecchi e nuovi del Cus Cus, che vogliono godersi all’aperto un viaggio nei sapori della bella Sicilia.

Menù, Delivery e Take Away

Simona Iacono ci spiega la cura nella ricerca della materia prima, che con sapienti gesti trasforma nei suoi piatti: Con il passare degli anni ho capito ancora meglio cosa migliorare, la semola di cous cous che sto usando è diversa da quello che utilizzavo all’inizio, ora la prendo da Molino Oddo di Valderice, uno dei molini più conosciuti in quelle zone, dove compro anche la semola di grano duro Tumminia che adopero per il pane”.

Un’arte che ha appreso fin da piccola, quando ncocciava” il cous cous secondo la tradizione tramandata dal padre Carmelo e da mamma Pina, alla guida della Trattoria “Da Carmelo”, sul lungo mare di Ragusa: per prima cosa mette la semola nella mafaradda, l’antico piatto da potata in terracotta dai bordi svasati, tipico della cultura sicilana, poi la sgrana. A questo punto il cous cous può essere condito con i sughi homemade di Simona, ispirati alla cucina siciliana con qualche influenza romana.

Assolutamente tutti degni di nota, ma tra i miei preferiti voglio citare i  cous cous vegetariani: il Cuscaponata, la Norma, il Freddo con Crema di basilico e pomodorini caramellati e quelli con la carne come lo Zighinì di manzo, il pollo con i funghi e il Coniglio alla Pattuisa, realizzato in agrodolce secondo un’antica ricetta ragusana. A base di pesce, il sugo Catalana di Gamberiil Ragù di Polpo, il Nero di Seppie, lo Spezzatino di Ricciola e patate. Il menu può subire delle variazioni giornaliere a seconda della disponibilità del mercato, dei prodotti di stagione e dell’estro di Simona, sempre pronta a sperimentare.

Imperdibili sono anche gli antipasti, dei must assoluti come la Caponata, il Tortino di melanzane e l’Insalata di arance e finocchi con pesce spada alla palermitana. Un’attenta selezione di vini isolani e di birre artigianali accompagnerà ed esalterà tutte le pietanze.

Tutte le proposte del menù possono essere ordinate nella versione take away e delivery (tranne lo Special Day, il piatto del giorno non disponibile per la consegna a domicilio) chiamando il numero 06 97 99 75 19.

 

Cous cous di pesce in arrivo con l’estate

Con l’estate arriva il “Cus cus come da Carmelo”, un trionfo di pesce, sia per qualità che per quantià: 350 gr di cous cous condito con un sughetto di cozze, vongole, calamari e tanto tanto pesce, che varia a seconda del pescato fresco giornaliero. Il “Cus cus come da Carmelo” è il protagonista del menù di Simona, che ci spiega “Un bel giorno mio padre ha proposto al ristorante il cous cous di pesce. Il nuovo piatto ha avuto subito un grandissimo successo e così ho deciso di riproporre nel mio locale la stessa ricetta che realizza mio padre e a cui sono molto legata”. E’ un piatto per due persone, ideale da condividere nel dehors. Il prezzo varia da 30 a 40 euro in base al pesce disponibile e può essere richiesto su prenotazione 24 ore prima a partire da un ordine minimo di due piatti.

Novità golose

E’ tempo anche di dolci: Simona propone la tipica colazione/merenda della sua terra ovvero la brioche sicilana, anche detta “col tuppo” (che in  dialetto siciliano indica lo “chignon”, la pettinatura usata spesso dalle donne siciliane). Le brioche col tuppo sono un vanto della pasticceria siciliana, soffici e golose si gustano accompagnate a una buona granita. La Brioche di Cus Cus si può abbinare alla Granita siciliana di mandorle, alla Granita siciliana di limone biologici e all’intramontabile gusto Caffè con panna.  Una pausa golosa in puro stile siciliano, da concedersi in qualsiasi momento durante le calde giornate romane.

 

Informazioni utili

Cus CusVia Arezzo, 39 00161 Roma
email: cuscusroma@gmail.com
telefono 06 9799 7519

Aperto dal lunedì al sabato dalle 12.00 alle 15.30 e dalle 19.00 alle 22.30
Chiuso la domenica

Culinaria, dove mangiare bene vicino la Stazione Termini

CULINARIA Dove mangiare bene vicino la Stazione Termini  Vicino la stazione Termini, in un vicolo tranquillo su piazza dei Cinquecento nasce il ristorante Culinaria con un menù gourmet e una curata carta dei vini. Una scelta decisamente...

L’Osteria della Trippa, la cucina romana nel cuore di Trastevere

L'Osteria della Trippa la cucina romana nel cuore di Trastevere Lei si chiama Alessandra Ruggeri, è romana di nascita ed è cresciuta fin da piccola con la passione per il buon cibo. Si diploma Cuoca dopo un corso professionale di Tu Chef e...

Pastificio San Lorenzo, una nuova scommessa per il quartiere.

Patificio San Lorenzo una nuova scommessa per lo storico quartiereIl quartiere di San Lorenzo negli ultimi anni non ha goduto di un’ottima fama dal punto di vista enogastronomico. Gli eventi di cronaca che evidenziano il degrado sociale hanno portato alla chiusura di...

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...

Risate&Risotti, dopo Civitavecchia parte alla conquista dell’Etruria

Da ben quattordici anni Luca Pozzuoli, con il sostegno di Fulvio Medici e dell’associazione “Risate&Risotti”, è l’ideatore di questo evento che coniuga food e risate portando a tavola tutti i prodotti di eccellenza enogastronomica italiana

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone Mancini

Ristorante Capriccio a Capri e la cucina di Simone ManciniHo conosciuto lo chef Simone Mancini qualche anno fa a Tivoli durante una cena nel Ristorante La Fornarina, dove tutto mi aspettavo tranne di trovare una cucina gourmet. Un mio amico mi...

Agosto a Roma? 10 locali all’aperto dove trascorrere le vostre serate

Agosto a Roma? I 10 locali all'aperto dove trascorrere le vostre serate   Le tue vacanze sono già finite? Non sei mai partito e ci ritroviamo insieme in questa città afosissima? Vi propongo una piccola carrellata dei migliori spazi all'aperto dove trascorrere le...

Panella Roma, la sua scalata imprenditoriale a suon di “Cazzotti”

Panella Roma la sua scalata imprenditoriale a suon di "Cazzotti"Maria Grazia Panella, volto storico dell’omonimo forno, inizialmente non amava questo lavoro, considerava quello del fornaio un mestiere faticoso e sporco, vedendo sempre suo padre...

Sognando la Sicilia con il U’Curtigghiu di Cus Cus

Profumo di Sicilia nel nuovo U'Curtigghiu di Cus Cus scritto da Giovanna Chichi Valentini Sognando una vacanza nella splendida Sicilia, sono approdata nell’ “u-curtigghiu”, il nuovissimo dehors (in italiano cortile) di Cus Cus, il locale...

Gyoza farciti con carne di maiale di ViolaCucina

Gyoza farciti con carne di maiale di ViolaCucina Ho conosciuto Viola Rossetti qualche anno fa a Monteverde, nel suo piccolo ristorante Viola, cucina cruda. Fu amore a prima vista, non credo di aver mai mangiato un sushi così buono. Il suo modo...

Dafne Garden Cafè, il giardino nascosto a Prati

Dafne Garden Cafè nel quartiere PratiIl 15 giugno la famiglia Pontecorvi, dopo 70 anni di storia e attività nell'hotellerie, apre una nuova struttura a via Fornovo 2, Apollo Boutique Hotel. Composto da 14 camere curate in ogni dettaglio e...

Risotto rapa rossa e gorgonzola di Massimo Pedico

RISOTTO RAPA ROSSA E GORGONZOLA di Massimo Pedico Ricetta per due persone Ingredienti 200 gr Riso Carnaroli 600 ml brodo vegetale 3 rape rosse cotte al vapore  1 cipolla rossa 1/2 bicchiere di vino bianco 1 noce di burro 100 gr parmigiano 100gr...
Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...

leggi tutto