Slider

Cous Cous con verdure

 

 

 

Quello che vedete in foto è l’unico piatto che so cucinare.
Si avete capito bene, ho aperto un blog che parla di Food ma non ho assolutamente doti culinarie. E questo lo devo a mia mamma, donna straordinaria affettivamente parlando ma carente di fantasia e idee in cucina. Io dico sempre: “i suoi piatti sono come le ciambelle: non sempre escono con il buco”.
Da lei ho ereditato un ottimo procedimento, metti tutti gli ingredienti in padella, alza la fiamma e fai altro. Risultato strepitoso, dimentichiamo tutto sul fuoco e bruciamo qualunque pietanza; vi risparmio le foto dei disastri culinari. Ricorderò sempre la nostra immagine mentre travasiamo la parte non bruciata da una pentola all’altra per salvare la cena (il sapore di bruciato resta, quindi non seguite questo esempio). Vi starete chiedendo perché ho deciso di aprire un blog se non posterò ricette e piatti succulenti cucinati da me. La risposta è che amo il cibo, tutto ciò che ruota intorno ad esso, e soprattutto sono affascinata da chi con la propria fantasia, ispirazione e passione crea luoghi, piatti, mode, ricette che in qualche modo entreranno a far parte della nostra vita e delle nostre abitudini.
Ora torniamo alla foto del mio piatto. Ogni volta che voglio dire ad un amico “ti voglio bene” lo invito a cena, lo faccio sedere alla mia tavola e lo coccolo. Non c’è nulla di più bello di far due chiacchierare davanti ad un buon cibo e sorseggiare insieme un bicchiere di vino. Sia che prepari piatti veloci oppure ordini una pizza, non ha importanza cosa, ma con chi condivido la mia tavola. Curare ogni dettaglio, accendere candele, cercare coordinati sempre nuovi, sono per me dei riti; ecco forse più che cucinare sono brava con la mise en place.
La maggior parte delle volte che organizzo una cena non può mancare questo piatto:

 

Il Cous Cous con verdure

 

 

Ricetta

 

 

 

 

Tempi di preparazione

infinito, no scherzo credo che 3 ore possano bastare.

Persone: una volta che mi metto ai fornelli di certo non mi risparmio. Direi mezzo Kg di Cous Cous per circa 8 persone. Starete pensando: e se a cena siamo in 3 o 4 persone?

Vi svelo un segreto: il giorno dopo riscaldato è ancora più buono.

 

 

Ingredienti 

3 melanzane
5 zucchine
5 patate grandi
1 confezione di Cous Cous da 500 gr
Aglio, Olio d’oliva q.b. (così scrivono nelle ricette? Io consiglio: armatevi di olio, il cous cous ne assorbe molto), sale, Curry, peperoncino. Io amo queste spezie ma voi potete usarne anche altre, ad esempio alterno il Curry con la Curcuma.

 

Procedimento

Lavare e tagliare a dadini piccoli le melanzane, le zucchine e le patate. Verranno cotte separatamente quindi non unitele. Prendete tre padelle, aggiungete in ciascuna olio e uno spicchio di aglio. Fate soffriggere. Aggiungete le verdure. Se finora vi siete chieste perché ci vogliono 3 ore? Ecco la risposta, provate a tagliare tutte queste verdure a dadini. Il tempo passa e neanche ve ne renderete conto.
Una volta cotte potete unirle in un recipiente. Consiglio di far assorbire l’olio in eccesso delle patate su un foglio di carta.  Ora è il momento di cuocere il cous cous. È molto semplice, per 500 gr farete bollire 500 ml di acqua con olio e sale. Una volta portata ad ebollizione togliete la pentola dal fuoco e aggiungete il Cous Cous. Coprite con un coperchio così crescerà. Dopo un minuto, mescolate con una forchetta per evitare di farlo attaccare.
Ora arriva il momento magico, prendere una padella molto grande, aggiungere olio e poco alla volta
inserire tutti gli ingredienti: verdure, cous cous e lo alternate a un po’ di peperoncino e curry, che gli darà quel colore giallino. Consiglio di assaggiare e mettere molto sale, tende a rimanere un po’ insipido. Continuate a mescolare finché il tutto non sarà ben amalgamato e dorato.

Vedrete sarà buonissimo.

 

 

Centumbrie, un frantoio con bistrot e accoglienza

Centumbrie, un frantoio con bistrot e accoglienza

Centumbrie un frantoio con bistrot e accoglienza Centumbrie è il progetto di una famiglia e si trova nella frazione di Agello, nel comune di Magione, in provincia di Perugia. I coniugi Cinaglia e Menicucci decidono di investire nella loro terra...

leggi tutto

Share This

Share this post with your friends!