Slider

Il Maritozzo Rosso Bistrot

uno dei protagonisti del Maritozzo Day

Il 1 dicembre oltre 40 artigiani proporranno il famoso dolce romano, il Maritozzo, dolce, salato, gourmet e tradizionale.

Una manifestazione – come raccontano gli Organizzatori – “che vuole celebrare ogni primo sabato di dicembre una specialità tipica della tradizione gastronomica romana, a partire dal cuore pulsante di Roma, e dunque dai suoi Quartieri, tramite un evento senza confini e completamente gratuito che capovolge il paradigma del contesto urbano portando la gente “a casa” degli Artigiani coinvolti”

Prepariamoci ad un sabato di festeggiamenti in più di 20 quartieri di Roma e Fiumicino. Ecco alcuni dei nomi dei partecipanti: le pasticcerie Bompiani, Linari, Andreotti, Caffè Merenda, Lievito, Romoli e Nero Vaniglia. Non mancheranno i “maritozzi stellati” firmati da nomi eccellenti come Riccardo Di Giacinto, Angelo Troiani e Cristina Bowerman. Mentre per gli amanti del gelato tre sono le gelaterie che hanno aderito a questo bellissimo evento, Otaleg di Marco Radicioni, Gunther Gelato Italiano e Gelato San Lorenzo che proporranno un connubio tra maritozzo e gelato.

   

Durante il Maritozzo Day ci saranno anche due eventi Pop – Up:

  • a Trastevere presso il Maritozzo Rosso Bistrot, dalle 11.00 alle 13.00 con lo chef Angelo Troiani, stella Michelin, che realizzerà un maritozzo con una farcitura a sorpresa
  • nel quartiere Ostiense presso l’Osteria dei Fratelli Mori che ospiterà Simona Amendola, alias Miss Maritozzo che dalle 18:00 offrirà la sua Miss Maritozzo Cake composta da mini-maritozzi farciti di Caesar Salad di Porchetta di Ariccia con honey mustard al lime.
Proprio su Il Maritozzo Rosso vorrei soffermare la vostra attenzione.

In una soleggiata giornata di ottobre sono andata a trovare Edoardo nel suo Bistrot e mi sono innamorata di lui, della sua passione e della sua intraprendenza. Ma partiamo dal principio, quando tutto quello che ha costruito era soltanto un’idea.

Lui si chiama Edoardo Fraioli, laureato in informatica, autore di Cruda&Crudo e ideatore del Maritozzo salato. Ha lavorato per 17 anni in una multinazionale e per altrettanti 10 ha coltivato una grande passione per la cucina facendo molti corsi professionali con un sogno: lasciare il proprio lavoro e aprire un ristorante.

Con Francesca Cappelli, sommelier e appassionata gourmet, altra socia di Edoardo ed insieme a Francesco di Trocchio, titolare dell’azienda agricola di famiglia, volevamo aprire un piccolo bistrot a Teramo. Poi è arrivata la partecipazione al This is food, con i contener come start up innovativa. La vittoria di questo contest ha portato tantissima visibilità e ha permesso ai tre soci di muovere i primi passi partendo proprio da Eataly che li ha ospitati per quattro mesi. Successivamente arriva l’apertura di una zona bar all’interno della libreria Mondatori all’Eur, dove lanciano il format del maritozzo farcito salato.

L’dea è piaciuta molto ed oggi il bistrot ha una nuova casa fissa a Trastevere, in vicolo del Cedro 26.

Un piccolo locale con bancone e cucina a vista e tantissime proposte, maritozzi dolci, salati ma anche piatti come l’amatriciana con pomodorini freschi, la cacio e pepe con baccalà, la gricia con i fichi. La regola è quella di utilizzate sempre prodotti freschi proveniente per gran parte dall’azienda agricola del socio Francesco, per rispettare la genuinità e la stagionalità. Nel menù vengono inserite anche le cotture a bassa temperatura, il maialino sempre sottovuoto e il trancio di salmone. Piatti che variano molto e che possono consumarsi direttamente nel bistrot oppure passeggiando tra le strade di Trastevere.

  

Il maritozzo viene realizzato in un laboratorio utilizzando lievito madre e farina di tipo 0. Non vengono mai utilizzati prodotti in scatola ma tutto è rigorosamente freschissimo, come il tonno di loro produzione.
 
Ogni settimana la lista dei maritozzi proposti al cliente varia tra 30 ricette. Quattro o al massimo cinque gusti ruotano.

   

Con lo stesso impasto dei maritozzi viene realizzato un panino con hamburger, salmone (anche questo sott’olio fatto direttamente da loro) o vegani. Visto la localizzazione a Trastevere la pasta è d’obbligo anche se viene realizzata in modo diverso rispetto a molti ristoranti turistici che affollano la zona. Per la carbonara ad esempio le uova sono fresche e il guanciale è di altissima qualità, proveniente da una piccola azienda di Viterbo. Per gli hamburger invece la carne scelta proviene dall’azienda agricola Fortunato, a Marcigliana vicino Roma.

  

Io ho assaggiato molti dei loro maritozzi e vi assicuro sono superlativi!

Questo week end come vedere la scelta è davvero ardua. Ecco gli altri ristoranti dove poter assaggiare il maritozzo: Proloco DOL e Proloco Trastevere, Armando al Pantheon, Flavio de Maio del Velavevodetto, La Trattoria Pennestri, Mazzo ed infine Santo Palato e Trecca Cucina di Mercato.

Consultate la lista degli indirizzi aderenti e scaricate i coupon che danno la possibilità di assaggiare un maritozzo gratuitamente per ciascun locale fino ad un massimo di 10. 

Buon #maritozzoday2018
Un tour alla scoperta del nuovo Eataly

Un tour alla scoperta del nuovo Eataly

Un tour alla scoperta del nuovo Eataly. Eataly, in zona Ostiense a Roma, cambia in tutto! Vediamo da vicino come nasce Eataly e come è mutato in questi mesi. Già il suo nome ci dice molto, nato dalla fusione della parola Eat, mangiare in...

leggi tutto