Slider

Le avventure della Polpetta per un week end a Ponza.

L’estate 2018 la ricorderò per molti motivi sia belli che brutti. Visto che siamo nel mio Blog dove si parla solo di cose belle, iniziamo proprio da queste. Come ogni anno nel mio programma vacanze non può mancare un week end nella graziosa, quanto impegnativa Isola di Ponza. Uso la parola impegnativa perché tutto può esser tranne che una località riposante. Come sapete bene non sono una persona allenata, il massimo del mio sollevamento pesi si ferma ad una forchetta.

Ponza rimane sempre nel mio cuore, anche se dopo il mio ultimo viaggio forse farò trascorrere più di un anno prima di tornarci. Ma facciamo un passetto alla volta. Partenza dal Porto di Anzio ore 15.00. Traghetto lento, pasticche per la nausea, sì per non farci mancare nulla soffro anche il mal di mare, si parte. Una volta sbarcati, solo un’ora e venti di navigazione, vieni catapultata in questa isola con le casette tutte concentrate nella zona del porto e sviluppate in altezza come una tela colorata.

Ci dirigiamo verso l’ufficio dell’agenzia immobiliare che ci ha prenotato la stanza Giancos 68, a soli 140,00 Euro per due notti. L’agenzia si chiama Turistcasa in Via Roma, proprio accanto al Porto, non la cito per pubblicità ma perché ci siamo sempre trovate bene. Due anni fa grazie a loro abbiamo soggiornato in un B&B bellissimo, si chiama il Gabbiano, a metà strada tra la zona porto e le Forna, le stanze affacciano tutte sull’Isola di Palmarola regalano i tramonti più belli che abbia mai visto.

Se vogliamo parlare di panorama anche questa volta siamo state fortunate, certo devi salire 140 gradini (giuro li ho contati tutti), aggiungo irregolari, ma una volta arrivata la vista è davvero mozzafiato.

La stanza era molto grande, dotata di frigorifero piccolo, qualche posata e bicchiere. Abbiamo noleggiato la biancheria al costo di 10,00 Euro a persona e mi raccomando ricordatevi il necessario per l’igiene della persona, nulla è in dotazione.

        

Dopo aver scattato mille foto non potevo di certo rimanere a casa, via di corsa per un aperitivo al tramonto e poi una cenetta. Questa volta non avevo molto tempo, dovevo concentrare tutto il più possibile. Purtroppo il tempo non prometteva nulla di buono ma non ci siamo perse d’animo. L’aperitivo a Ponza è rigorosamente da Baretto99, nella piazzetta di Chiaia di Luna con vista su Palmarola, proprio ai piedi del bellissimo Hotel Chiaia di Luna, ma in veste meno formale. Guardate che spettacolo la vista da qui.

     

Il Baretto99 è molto carino, fanno degli ottimi Spritz e il personale è gentilissimo.

Per la cena abbiamo scelto la Trattoria Monte Guardia, a quanto pare è uno dei pochi ristoranti che cucina la pasta con la granseola ovvero con la polpa di granchio. Terrazza mozzafiato con vista sul porto, anche qui mi raccomando armatevi di pazienza e di scarpe comode, perché a Ponza più sali più son dolori. Ma torniamo alla cena, antipasto con sfizi di mare, in cui non poteva mancare il tonno prodotto direttamente nell’isola, spaghetti con granseola ed infine frittura mista e … ovviamente il dolce.

Costo totale a persona con il vino della casa Euro 40,00

  

Dopo cena piccolo giro nel borgo. La passeggiata nei vicoli bianchi con vista sul porto è irrinunciabile.

 

Il mattino seguente ci siamo svegliate dopo una nottata di pioggia e temporale. Dovevamo rinunciare al giro in barca, anche perché il mare era agitato e il mio stomaco era terrorizzato solo all’idea. Ma come si fa a trascorrere un’ intera giornata nella spiaggia del Frontone senza sole? Abbiamo ceduto ad una piccola escursione. Un tour organizzato da “Ciccio Nero”, al costo non economico di 20,00 euro a persona, però  devo dire che è stato molto bello nonostante il tempo, avevamo una barca in legno tutta per noi con una guida che ci illustrava ogni dettaglio di quella parte di isola che siamo riuscite a vedere.

Dopo la giornata al mare in completo relax e il solito aperitivo al Baretto99, siamo state a cena A casa di Assunta. Letteralmente nella sua casa. Abbiamo camminata per 20 minuti su una strada alternata da scalini e salite, vi consiglio con il cuore di prendere un mezzo per arrivare. Arriviamo più morte che vive e ci accomodiamo nella terrazza. Appena ti siedi la vedi subito, seduta nella sua cucina che scruta tutti noi. E’ Assunta, la proprietaria di casa. Da lontano sembra una persona seria ed austera che a fine serata riscuote i soldi dai commensali, ma una volta che entri in punta di piedi, quasi a non disturbare, scopri una persona molto simpatica e cordiale. Assunta ci spiega che il suo menù è improntato sulla tradizione e sul territorio, non ama inserire molti piatti poiché il menù è composto da materie prime fresche e pescate nell’Isola. Sua madre era una contadina e suo padre l’inventore della tecnica del piombo guardiano, le hanno insegnato l’amore e la passione per la cucina e ogni giorno la sua casa rivive la sua storia. Ora veniamo alla mia cena.

Insalata catalana con seppie e patate bollite, pomodorini e olive nere di Gaeta.

Euro 10,00

La scarola marinata e accompagnata tradizionale scarola marinata con bignè ripieno di mousse di pesce

Euro 10,00

Il Raviolo ripieno di cernia saltata al pesto di pistacchi e ricotta di bufala 

Euro 15,00

I piatto da me scelti erano ottimi, le materie prime di grande qualità. Come vedete i costi sono contenuti, certo le porzioni non sono molto abbondanti soprattutto degli antipasti, ma in questo modo abbiamo la possibilità di assaggiarne più di uno. Grazie Assunta per la bellissima serata.

Il mio breve week end volge al termine, domenica dopo una lunga colazione nel nostro balconcino con vista paradiso, alle ore 12.00 prendiamo il traghetto per Anzio. Il viaggio è stato movimentato, turbolento e devastante ma quella è un’altra storia che sarà meglio tenga solo per me!! Vi lascio alcuni informazioni sui posticini da me citati.

   

INFORMAZIONI UTILI 

Immobiliare Turistcasa, Via Roma, 2 – Isola di Ponza | tel. 0771 809886

Trattoria Monte Guardia, Via Scotti di Basso, 1 – Isola di Ponza | tel. 0771 80247

Escursioni Ciccio Nero, direttamente nel Porto di Ponza

A casa di Assunta, Via Giancos 1 – Isola di Ponza | tel 0771 820086

 

Mini Cakes senza cottura di Cookare

Mini Cakes senza cottura di Cookare

Mini Cakes senza cottura di Cookare Ben ritrovati nell'angolo delle ricette. Lo so mi sono assentata per troppo tempo ma ripartiamo alla grande con tantissime novità. Una tra queste sarà l'area ospiti chef della Polpetta sui tacchi. La prima...

leggi tutto
Trattoria da Neno e l’oro nel piatto: la Birra

Trattoria da Neno e l’oro nel piatto: la Birra

Trattoria da Neno e l'oro nel piatto: la Birra Piazza Bologna, il mio primo quartiere appena atterrata a Roma. Un luogo pieno di vita, di studenti, di gente bella e ancora con le strade pulite. Nonostante mi sia trasferita a pochi passi provo...

leggi tutto