Slider

Tra Salumi, bollicine e nuove aperture vi dico io cosa fare nel week end

A quanto pare nel week end è prevista una tregua, non pioverà! 

Questo è l’evento più importante. Ora invece passiamo agli eventi che vengono proposti in questo fine settimana che suggella l’inizio del mese più frenetico dell’anno.

 

Salum’E’, la prima mostra mercato dedicata ai salumi rari

 

 

Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre, lo spazio espositivo WeGil a Trastevere, ospiterà la prima edizione di Salum’E’, la mostra mercato dedicata ai salumi rari di qualità made in Italy. Per due giorni avremo la fortuna di degustare eccellenze della nostra terra: Capocollo di Martina Franca, Salumi di Nero Casertano, Salumi di Nero Lucano, Salumi di mangalitza, Salumi di grigio Casentino, Cinta Senese, Nero di Nebrodi, Salumi di Bufala, Ventricina vastese.

Patrocinata dalla Regione Lazio, ideata da La Pecora Nera – casa editriche che da moltisismi anni si occupa di enogastronomia – e Vincenzo Mancino di DOL, assaggiatore e titolare di più botteghe a Roma, quali Proloco, dove svolge un grande lavoro di valorizzazione del patrimonio enogastronomico laziale, divenendo un punto di riferimento per tutti.

Non sarà soltanto una giornata di degustazione ma anche di approfondimento grazie all’organizzazione di seminari curati da Domenico Villani, maestro assaggiatore ed esperto di salumi.

Programmazione

Sabato 30 novembre dalle 16.00 alle 17.00 si parte con il primo seminario: “Salumi: conoscerli e riconoscerli – percorso sensoriale per una maggiore consapevolezza” che si ripeterà anche domenica 1 dicembre alle ore 11.00. Prosegue la programmazione con la “Resistenza suina: il maiale nero e altre storie” a cura di Vincenzo Di Nuzzo e con “Pani e Salumi, il sandwich italiano per eccellenza”, durante il quale si degusterà il pane del Panificio di Gabriele Bonci e di altri collaboratori.
Domenica 1 dicembre in mattinata ci sarà un approfondimento su “Abbinamento Salumi e Vino” entrambi a cura di Angelo Tombolillo, maestro assaggiatore di salumi e di vino, che trovo di estremo interesse!!!

Nel pomeriggio alle 16.00 si passerà a “Salumi e nutrizione: strade divergenti o parallele?” per poi proseguire con i “Conservanti o non conservanti, è questo il problema?” curato da Domenico Villani. Quest’ultimo lo trovo davvero vitale per capire davvero qual’è il problema sull’utilizzo o meno dei conservanti.

Trovo quest’evento davvero interessante, non solo per la possibilità di conoscere tantissime realtà ed eccellenze della nostra Terra ma anche per i dibattiti e approfondimenti su un prodotto molto apprezzato e prensente sulle nostre tavole.

Dove: WeGil, Largo Ascianghi, 5 – Roma

Quando: 30 novembre – 1 dicembre dalle 11.00 alle 20.00

Costo ingresso 5 euro per giornata che dà diritto all’accesso a tutti i banchi e alle attività di approfondimento.

Per informazioni potete scrivere a info@lapecoranera.net

 

Sparkley Day, la festa delle bollicine made in Italy

Dopo aver assaggiato i migliori salumi nostrani trovo assolutamente d’obbligo una degustazione di bollicine!

 

Da Trastevere ci spostiamo nella via della Dolce Vita, a Via Veneto, precisamente nell’Hotel Westin Excelsior per un aperitivo spumeggiante. Sabato 30 novembre si svolgerà la diciassettesima edizione dello Sparkle Day, ovvero una giornata di degustazione dei migliori vini spumanti italiani,
Sessanta saranno le aziende più importanti che arriveranno da Nord a sud ed affolleranno le sale dell’Hotel.

Come da tradizione Cucina & Vini aprirà l’evento con la presentazione della sua guida edita e la premiazione delle ambite 5 sfere, il simbolo con il quale vengono premiate le top label della produzione spumantistica italiana. “La guida dei vini spumanti – spiega Francesco D’Agostino, direttore responsabile di Cucina & Vini e curatore della guida Sparkle – è ormai diventato un vero e proprio vademecum per avvicinarsi ad un mondo sempre più articolato e soprattutto che propone vini di fascia altissima e altri molto semplice. Evidentemente i territori a maggior vocazione spumantistica si confermano Franciacorta, Trento, Alta Langa, Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene, Alto Adige, Oltrepò Pavese e Roero Arneis, a cui si aggiungono realtà che ormai da diversi anni garantiscono etichette top level. In totale, settanta campioni che non temono il confronto con i migliori spumanti del mondo.”

Proposta food

Durante l’evento, per fortuna, saranno presenti anche delle proposte food in abbinamento, che variano dalla pasta fresca al fritto:

Meglio Fresco Pescheria, proporrà crudi, cotti e supplì rigorosamente di pesce.

La Bottega dell’Oliva Ascolana e i suoi cartocci fumanti di olive ascolane, cremini e piconi, ovvero dei bocconi di soufflè di formaggio cotti al forno.

D.O.L. Di Origine Laziale, porterà il paninozzo farcito con Mortadella di Mangaliza, anche nella versione vegetariana con verdure e formaggio.

Il Maritozzo Rosso, con le farciture gourmet salate per il lievitato più famoso della Capitale.

Già mi vedo domani con un bicchere in mano a sorseggiare bollicine……

Dove: Hotel Westin Excelsior, Via Vittorio Veneto, 125 -Roma

Quando: Sabato 30 Novembre 2019 dalle ore 16.00 alle ore 22.00

Costo: €15 (include una copia della giuda Sparkle 2019, il calice e la sacca porta bicchiere)
Costo ingresso ridotto per sommelier €10 (per usufruire della riduzione sarà necessario mostrare la tessera associativa in biglietteria)

 

Vinoteca Tempere, nuova apertura 

In via Arezzo 19A, nel cuore della città universitaria, nasce il secondo progetto della Tempere Società Agricola, con sede a Sant’Arsenio (SA). L’offerta prevede prodotti tipici del Cilento e della campania.

La prima enoteca non è molto distante da questa, ma la grande novità è l’introduzione della cucina.

Vanessa Spada, detta “La Cuoca” si occuperà della proposta food. La sua formazione parte dalla scuola alberghiera, passando dalle cucine del Gambero Rosso con lo chef Massimo Baroni, dall’Hummus Bistrot con la chef Kaba Corapi e per ultimo da Magazzino Scipioni con lo chef Valerio Mattaccini. 

Proprio qui ho conosciuto Vanessa e con grande piacere vi segnalo questa apertura.

Domenica 1 dicembre dalle 18.00 andrò a salutarla per darle un grande in bocca al lupo!!

Perché in fondo per spiccare il volo serve davvero tanto coraggio!!!

Dove: Via Arezzo 19 A, Roma

Quando: domenica 1 dicembre 2019 dalle 18.00

Salsedine, dal mare al piatto.

Salsedine, dal mare al piatto.    Nel periodo dell'anno in cui c'è maggior richiesta di pesce fresco e di qualità arriva una nuova apertura. Dove? Nel quartiere di Prati, ovviamente. Inizio a pensare che sia il centro del nostro mondo!...

Carter Oblio, un posto incantevole

Qualche settimana fa ho scoperto Carter Oblio, una nuova apertura nel quartiere Prati, precisamente vicino a Piazza Cavour. La cosa che ho notato prima di varcare la soglia è stato il dehors, curato in ogni dettaglio. Una pedana che ricalca l'impronta nordica degli...

Pokèdon japanese bowl e roll

Pokèdon japanese bowl e roll In questi ultimi anni il Pokè, la bowl (ciotola) di riso con pesce crudo marinato e frutta tropicale, è divenuto uno degli alimenti più consumati dalla popolazione italana, chi l'avrebbe mai detto. Secondo alcune statistiche è tra i piatti...

Il Marchese tra il fascino della nobiltà e la veracità del popolo

Il Marchese tra il fascino della nobiltà e la veracità del popolo  Il Marchese, un ristorante che sorge alla fine di via Ripetta, si trova al piano terra di uno splendido palazzo settecentesco. Appena varchiamo la soglia, l’atmosfera delle...

Bruno ai 4 venti una storica Osteria romana nel cuore di Monteverde

Bruno ai 4 Venti una storica Osteria romana nel cuore di MonteverdeNegli anni '50 Monteverde diventò il quartiere di riferimento per alcuni artisti che si erano trasferiti nella capitale. Tra questi ricordiamo Attilio Bartolucci, Pierpaolo...

Le “coraggiose” aperture autunnali

Le coraggiose aperture autunnali  Qualche settimana fa scrissi questo articolo sulle nuove aperture autunnali e tra un Dpcm governativo e l'altro ho modificato più volte.  Sono progetti importanti che, nonostante le restrizioni di oggi, hanno bisogno di esser...

Il Mirabelle lancia una proposta sorprendente, la Staycation

Il Mirabelle lancia una proposta sorprendente, la Staycation  In un momento storico in cui bisogna andar più veloci dei Dpcm governativi c'è chi lancia delle proposte sorprendenti per poter rinascere. Il Mirabelle, il ristorante panoramico, a mio avviso con la...

Bucavino, una storia di famiglia

BucaVino una storia di famiglia BucaVino, un ristorante situto nel quartiere Coppedè, è gestito da due fratelli Andrea e Francesca Romana Palmieri che fino al 2007 avevano poco a che fare con la ristorazione. Le loro strade erano completamente...

Pastificio San Lorenzo, una nuova scommessa per il quartiere.

Patificio San Lorenzo una nuova scommessa per lo storico quartiereIl quartiere di San Lorenzo negli ultimi anni non ha goduto di un’ottima fama dal punto di vista enogastronomico. Gli eventi di cronaca che evidenziano il degrado sociale hanno portato alla chiusura di...

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè

Nuova apertura in zona Prati: Pan Pokè   Qualche anno fa vi avevo annunciato l'arrivo della Pokè mania, forse ho azzardato a dire che poteva sostituire il sushi, ma la previsione non era proprio errata. . Da un'attenta analisi il Pokè, ovvero una bowl (ciotola)...
Salsedine, dal mare al piatto.

Salsedine, dal mare al piatto.

Salsedine, dal mare al piatto.    Nel periodo dell'anno in cui c'è maggior richiesta di pesce fresco e di qualità arriva una nuova apertura. Dove? Nel quartiere di Prati, ovviamente. Inizio a pensare che sia il centro del nostro mondo!...

leggi tutto
Carter Oblio, un posto incantevole

Carter Oblio, un posto incantevole

Qualche settimana fa ho scoperto Carter Oblio, una nuova apertura nel quartiere Prati, precisamente vicino a Piazza Cavour. La cosa che ho notato prima di varcare la soglia è stato il dehors, curato in ogni dettaglio. Una pedana che ricalca l'impronta nordica degli...

leggi tutto
Pokèdon japanese bowl e roll

Pokèdon japanese bowl e roll

Pokèdon japanese bowl e roll In questi ultimi anni il Pokè, la bowl (ciotola) di riso con pesce crudo marinato e frutta tropicale, è divenuto uno degli alimenti più consumati dalla popolazione italana, chi l'avrebbe mai detto. Secondo alcune statistiche è tra i piatti...

leggi tutto

Share This

Share this post with your friends!