Crocchette di Gallinella

Crocchette di Gallinella

1
1 - copia
1 - copia - copia

Crocchette di Gallinella

di Erica De Falco

Ricetta

Ingredienti:

  • 350 gr di gallinella
  • 3 patate medie bollite
  • 50 gr di mollica di pane
  • 6 uova
  • scorza di limone grattugiata
  • pangrattato
  • olio di semi
  • sale
  • uno spicchio di aglio
  • 2 rametti di timo
  • basilico
  • burrata
  • passata di pomodoro

Procedimento:

Questa ricetta ha come protagonista la gallinella, un pesce molto magro e dalle ricche proprietà proteiche. Per prima cosa sfilettiamo questo pesce e lo tagliamo a cubetti, lo cuociamo in padella con un filo d’olio e uno spicchio di aglio. Una volta cotto lo facciamo raffreddare e poi lo uniamo in una ciotola alle patate bollite e schiacciate, alla scorza di metà limone, al pane imbevuto in acqua e latte e poi strizzato, a 2 uova, due rametti di timo sfogliati e ad un pizzico di sale. Lavoriamo insieme tutti questi ingredienti e formiamo delle polpettine. Per la panatura utilizzeremo 4 uova sbattute con un pizzico di sale e il pangrattato. E’ preferibile panare per due volte le polpettine prima di friggerle in olio di semi ben caldo. Appena saranno cotte facciamo assorbire l’olio in eccesso nella carta.

Le polpettine possono esser servite in diversi modi, suggerisco della burrata, della salsa di pomodoro e un pesto di basilico.

Ravioli di scorfano

Ravioli di scorfano

1
1 - copia
1 - copia - copia

Ravioli di scorfano

di Erica de Falco

Ricetta

Ingredienti per la pasta:
  • 200 gr di uova intere
  • 100 gr farina di semola
  • 400 gr di farina 00
Ingredienti per il ripieno:
  • 150 gr di scorfano
  • 250 ml di latte
  • 40 gr di burro
  • 40 gr di farina 00
  • noce moscata Q.b.
  • uno spicchio di aglio
  • sale
Ingredienti per il condimento:
  • una manciata di pomodori pachino
  • olio al timo
  • aglio e sale

Procedimento:

Per la pasta prendiamo tutte le farine e le uniamo, le setacciamo su una spianatoia e formiamo una fontana. Al centro del nostro piccolo vulcano mettiamo le uova e un pizzico di sale. Sbattere con una forchetta le uova e piano piano aggiungiamo, partendo dai bordi, la farina con la punta delle dita. Impastiamo per alcuni minuti affinché l’impasto non diventa omogeneo, liscio e sodo. Una volta pronto lo copriamo con una pellicola e lasciamo riposare per circa 30 minuti.

Nel frattempo prepariamo il ripieno. Per prima cosa prepariamo la besciamella, prendiamo un pentolino e facciamo sciogliere il burro. Aggiungiamo la farina poco alla volta e alziamo un pochino la fiamma. In un altro pentolino scaldiamo il latte con la noce moscata. Aggiungiamo il latte caldo nel pentolino del burro e mescoliamo sempre nello stesso verso. Appena sarà pronta la nostra besciamella la facciamo raffreddare. Ora è il turno del nostro scorfano, lo tagliamo finemente e lo aggiungiamo ad una padella dove abbiamo fatto rosolare uno spicchio di aglio con un po’ di olio. Lasciamo cuocere il pesce con un pizzico di sale e con un goccio di brodo di pesce. Quando sarà cotto e freddato lo uniamo alla besciamella. Il ripieno è pronto, possiamo stendere la pasta e preparare i ravioli.

Mentre cuociamo i nostri ravioli, in abbondante acqua salata, prepariamo il sughetto per condirlo. In una padella facciamo imbiondire l’aglio e aggiungiamo i pomodorini pachino con un pizzico di sale. Scoliamo i ravioli e nel mantecarli aggiungiamo qualche foglia di timo o un filo di olio aromatizzato al timo.

Et Voilà. Buon appetito. 😀

                                         

 

 

Pizzottelle

Pizzottelle

1
1 - copia
1 - copia - copia

Pizzottelle 

di Erica De Falco

Ricetta

Ingredienti:

  • 200 gr di semola
  • 200 gr di farina
  • 10 gr di lievito di birra
  • 1 alice
  • 100 gr di pomodoro tipo datterino
  • parmigiano
  • 7 gr di zucchero
  • 7 gr di sale
  • 300 gr di acqua
  • olio, aglio, peperoncino, basilico

Procedimento:

Inserire in una planetaria la semola, la farina, il sale e amalgamiamo. Sciogliamo il lievito e lo zucchero nell’acqua e aggiungiamo poco alla volta l’acqua alle farine. Se non possediamo una planetaria prendiamo una grande ciotola e con le mani impastiamo la pasta per le pizzottelle. Lasciamo riposare l’impasto affinché non raddoppia. Nel frattempo prepariamo la salsa di pomodoro in una padella mettendo un goccio di olio, uno spicchio di aglio in camicia (schiacciato con tutta la buccia), un alice e un peperoncino. Appena sentiamo lo sprigionarsi degli odori dalla padella aggiungiamo i pomodorini e li facciamo cuocere. Quando sono pronti togliamo i semi utilizzando un passino. Le pasta per le pizzottelle una volta cresciuta viene fritta in una padella con olio di oliva, formando tante palline.

Le facciamo asciugare dall’olio in eccesso e le serviamo con la salsa di pomodoro, una spolverata di parmigiano e una foglia di basilico.

Buon appetito 😀

Involtini di pescespada

Involtini di pescespada

1
1 - copia
1 - copia - copia

Involtini di pescespada

di Erica De Falco

Ricetta

Ingredienti:

  • 7 fettine di pesce spada tagliate molto sottili
  • 20 gr di caciocavallo
  • 200 gr di datterini
  • 20 gr di pangrattato
  • 500 ml di passata di pomodoro
  • 2 alici
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • peperoncino
  • sedano, basilico, carota e cipolla
  • aglio

Procedimento :

In una ciotola prepariamo un trito di caciocavallo grattuggiato, pangrattato, uno spicchio di aglio a cui toglieremo l’anima, e il prezzemolo. Impastiamo il trito e creiamo degli involtini con le fettine di pescespada. In una pentola con un filo d’olio facciamo un soffritto con un sedano, una carota, mezza cipolla e i gambi di prezzemolo. Lasciamo andare per qualche minuto e poi aggiungiamo la passata di pomodoro. Dopo circa 20 minuti togliamo il sedano, la carota, la cipolla e i gambi di prezzemolo e aggiungiamo qualche foglia di basilico. Nel frattempo peliamo i datterini e prepariamo un un trito di aglio pomata, peperoncino e alici. Scaldiamo in una padella un filo d’olio di oliva e saltiamo i datterini, aggiungiamo la salsa di pomodoro e infine gli involtini di pescespada. Cuocere per massimo 7 minuti.

 

Lezione di cucina n. 2 Antipasti

Lezione di cucina n. 2 Antipasti

1
1 - copia
1 - copia - copia

Lezione di cucina n. 2

Antipasti

Organizzato da Pentole Agnelli Roma e Incontri in Cucina

Le mie lezioni di cucina proseguono, e grazie alla pazienza e al clima familiare che ho trovato nella scuola di cucina Pentole Agnelli Roma, devo dire che la voglia di imparare cresce sempre di più. Anche se, nonostante queste lezioni, metto poco in pratica a casa. Non chiedetemi perché ma il fascino che provo verso la cucina è immenso, ma forse più da spettatrice che da cuoca. Oggi vi farò vedere cosa ho imparato con lo chef Antonello Migliore nella mia seconda lezione dedicata agli antipasti.

Cannoli di pane con gorgonzola e pesto di radicchio

Ingredienti per 4 persone:
  • Pane casereccio raffermo
  • 150 gr di gorgonzola dolce
  • 150 gr di panna fresca
  • 40 gr di gherigli di noce
  • Olio extravergine di oliva e pepe

Pesto:

  • 2 ceppi di radicchio Chioggia
  • 50 gr di mandorle pelate
  • 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaio di Pecorino romano
Procedimento:

Tagliare delle fette di pane molto sottili con l’affettatrice, bagnarle, ungerle con olio di oliva e le arrotoliamo in stampi per cannoli e poi li passiamo nel pecorino romano. Mettiamole nel forno a 170° fino a doratura. Lavorare il gorgonzola con la frusta, unire le noci e il pepe, incorporare la panna montata e riempire il cannolo di pane con una sac a poche. Ricavare dalle foglie di radicchio solo la parte rossa, per ridurre al massimo il sapore amaro, unire le mandorle, il concentrato di pomodoro e il pecorino. Frullare tutto e creiamo il pesto.

Questo in foto il procedimento e il piatto dello chef Antonello Migliore.

Il mio umile cannolo, brutto ma buono.

 

 

Tartellette rustiche con caponata

Ingredienti per 8 tartellette:

Pasta frolla salata:

  • 500 gr di farina 00
  • 50 gr di maizena
  • 300 gr di burro
  • 100 gr di uova (due uova piccole da 45 gr)
  • 60 gr tuorli
  • 100 gr di formaggio grattugiato
  • 60 gr di farina di mandorle
  • 15 gr di sale

Caponata:

  • 1 melanzana
  • 1 peperone
  • 1 porro (prendere solo la parte bianca)
  • 5/6 olive verdi
  • Capperi al sale, Cacao amaro, zucchero e aceto
Procedimento:

Per la pasta frolla salata impastare prima la farina e il burro ammorbidito, maizena, sale e mandorle tritate per circa un minuto. Comporre una fontana su una spianatoia, aggiungere le uova, i tuorli e il formaggio. Non impastare troppo a lungo poiché rischiamo di scaldare il burro.Non deve esser impastato come una pizza, dobbiamo solo amalgamare e mescolare gli ingredienti. Riporre l’impasto per 30 minuti nel frigorifero, cosicché il burro possa raffreddarsi.

Nel frattempo prepariamo la caponata di verdure. Tagliamo a dadini tutte le verdure, spellare con un pela patate il peperone prima di tagliarlo. Stufare in padella con olio e un pizzico di sale per circa 7 minuti e poi unire i capperi e le olive, completare la cattura. Fare una riduzione con aceto, zucchero e acqua (250 – 300 -50) da usare sulle nostre tartellette.

      

Passato il tempo di riposo del nostro impasto stendere la pasta e preparare dei dischi che mettiamo in stampi di silicone, formando le tartellette. Cuocere a 170° finché non diventano dorate. Mettere le verdure nelle tartellette, dare una spolverata di cacao amaro e mettere la riduzione di acqua, aceto e zucchero. Vi assicuro che sono buonissime.

 

 

Involtini di verza con salmone e avocado

 

Ingredienti per 4 persone:
  • 1 verza
  • 2 filetti di alici sott’olio
  • uvetta
  • prezzemolo
  • 1 carota
  • 2 pomodori ramati
  • 200 gr di salmone fresco
  • 1 avocado maturo
  • 1/2 cipolla rossa
  • sale e pepe
  • 1 limone
Procedimento:

Sfogliare la verza e bollire le foglie più grandi. Quelle più piccole tagliarle a julienne e farle stufare in casseruola con aglio, olio, uvetta ed alici. Nel frattempo tagliare in modo sottile il pomodoro e la carota e creare degli involtini con la verza scottata e la farcia stufata.

In una ciotola preparare la crema di avocado con la polpa di avocado unita ad una piccola cipolla rossa tritata, mezzo limone grattugiato e spremuto. Prendiamo una padella e scottiamo senza olio l’involtino di verza e poco dopo aggiungiamo il salmone tagliato a fette, salato e pepato. Appena sarà pronto comporre il  vostro piatto.

Il bellissimo piatto dello chef Antonello Migliore

Il mio impiattamento, brutto ma buono!!

Questi i piatti della mia seconda lezione di cucina dedicata agli antipasti. Credo ci siano delle buonissime proposte, soprattutto innovative. Grazie chef e grazie Incontri in Cucina per la disponibilità e accoglienza.

Incontri in Cucina, via Basento, 52e, Roma – Agenda corsi