Ravioli di scorfano

Ravioli di scorfano

1
1 - copia
1 - copia - copia

Ravioli di scorfano

di Erica de Falco

Ricetta

Ingredienti per la pasta:
  • 200 gr di uova intere
  • 100 gr farina di semola
  • 400 gr di farina 00
Ingredienti per il ripieno:
  • 150 gr di scorfano
  • 250 ml di latte
  • 40 gr di burro
  • 40 gr di farina 00
  • noce moscata Q.b.
  • uno spicchio di aglio
  • sale
Ingredienti per il condimento:
  • una manciata di pomodori pachino
  • olio al timo
  • aglio e sale

Procedimento:

Per la pasta prendiamo tutte le farine e le uniamo, le setacciamo su una spianatoia e formiamo una fontana. Al centro del nostro piccolo vulcano mettiamo le uova e un pizzico di sale. Sbattere con una forchetta le uova e piano piano aggiungiamo, partendo dai bordi, la farina con la punta delle dita. Impastiamo per alcuni minuti affinché l’impasto non diventa omogeneo, liscio e sodo. Una volta pronto lo copriamo con una pellicola e lasciamo riposare per circa 30 minuti.

Nel frattempo prepariamo il ripieno. Per prima cosa prepariamo la besciamella, prendiamo un pentolino e facciamo sciogliere il burro. Aggiungiamo la farina poco alla volta e alziamo un pochino la fiamma. In un altro pentolino scaldiamo il latte con la noce moscata. Aggiungiamo il latte caldo nel pentolino del burro e mescoliamo sempre nello stesso verso. Appena sarà pronta la nostra besciamella la facciamo raffreddare. Ora è il turno del nostro scorfano, lo tagliamo finemente e lo aggiungiamo ad una padella dove abbiamo fatto rosolare uno spicchio di aglio con un po’ di olio. Lasciamo cuocere il pesce con un pizzico di sale e con un goccio di brodo di pesce. Quando sarà cotto e freddato lo uniamo alla besciamella. Il ripieno è pronto, possiamo stendere la pasta e preparare i ravioli.

Mentre cuociamo i nostri ravioli, in abbondante acqua salata, prepariamo il sughetto per condirlo. In una padella facciamo imbiondire l’aglio e aggiungiamo i pomodorini pachino con un pizzico di sale. Scoliamo i ravioli e nel mantecarli aggiungiamo qualche foglia di timo o un filo di olio aromatizzato al timo.

Et Voilà. Buon appetito. 😀

                                         

 

 

Pollo alla cacciatora

Pollo alla cacciatora

1
1 - copia
1 - copia - copia

Pollo alla cacciatora

di Erica de Falco

Ricetta

Ingredienti:

  • un pollo
  • una salsiccia
  • 30 gr ciauscolo (insaccato spalmabile tipico della regione Marche)
  • rosmarino
  • 2 fette di pancarré
  • latte Q.b.
  • 10 nocciole
  • 10 olive
  • peperoncino
  • aglio

Procedimento :

Pulire il pollo e scegliere il pezzo che volete usare, una volta scelto, va battuto con il batticarne e farcito con la salsiccia, con il ciauscolo, il rosmarino e con il pancarré imbevuto nel latte e nocciole. Successivamente lo arrotoliamo e lo leghiamo con lo spago per alimenti. In una padella calda far rosolare la carne con un filo di olio e un trito di aglio, rosmarino, e una manciata di olive con peperoncino per qualche minuto. Terminiamo la cottura per 15 minuti nel forno a 180 gradi.

Il trito che si è formato nella padella si fa restringere e poi si emulsiona nel mixer, verrà aggiunto nel piatto appena il pollo sarà pronto. Possiamo servire la carne con spinaci precedentemente cotti in padella con un po’ di burro.

 

 

 

Vegan Food e le ricette di “Cookare”

Vegan Food e le ricette di “Cookare”

1
1 - copia
1 - copia - copia

Vegan Food e le ricette di “Cookare”

in collaborazione con Ilaria Cravero, ideatrice del Blog Cookare 

 

 

Da alcuni anni sentiamo molto parlare di persone che seguono uno stile di vita vegano, molte ricette vengono sviluppate con cibi che escludono il genere animale e i suoi derivati e sempre di più vediamo nascere ristoranti o fast food che propongono cibo esclusivamente vegetariano o vegano.

Devo dire per fortuna, sì perché il mio primo approccio con una persona che seguiva questo stile di vita è stata la mia ex collega di lavoro all’università. Ogni giorno la vedevo mangiare le solite cose, tofu in padella, seitan grigliato e così a ripetizione. Se dovevamo scegliere un posto dove mangiare insieme, pensavo: “oddio panico, e mo’ dove andiamo, questa non mangia nulla!!” (naturalmente oltre ad esser vegana seguiva anche una dieta dimagrante, quindi pizza esclusa a priori).

Per fortuna oggi non avrei più problemi sulla scelta del posto giusto dove andare, anche grazie all’apertura di molti ristoranti vegani, vegetariani ma anche grazie all’adeguamento dei menù della maggior parte dei ristoratori sia italiani che stranieri.

A Roma, ad esempio, da poco hanno inaugurato il VEG Joy, un bar caffetteria in zona San Giovanni (precisamente a Via Vasto, 4) dove possiamo trovare estratti e centrifughe di frutta e verdura bio, cibo vegano e vegetariano tutto rigorosamente naturale e fresco.

Ma come questo ce ne sono molti altri da sperimentare sia che seguiamo o meno questa alimentazione. Si perché alla fine dei conti cerchiamo tutti cibi bio, sani e naturali. Ma vogliamo anche qualcosa di gustoso, e qui entrano in gioco chef, cuoche o semplici appassionati di cucina che inventano ricette alternative usando materie prime vegetali.

 

Da pochi giorni ho conosciuto una persona eccezionale che come me ha aperto un blog e una pagina Facebook dove poter  condividere le sue passioni. Il suo blog, che propone ricette Light per una dieta quotidiana, veloce e salutare si chiama Cookare e sarà lei stessa a presentarlo e ci regalerà una sua gustosa ricetta.

“Sono Ilaria, ho 36 anni ed una grande passione per la cucina. Mentre passavo ore ed ore dietro alla scrivania dell’ufficio in cui ho lavorato per più di 14 anni, sognavo di riuscire un giorno a fare qualcosa, un lavoro, un’attività, un qualsiasi tipo di iniziativa, legati alla mia passione. “Fai quello che ami e non lavorerai nemmeno un giorno della tua vita” avevo letto da qualche parte, una frase che poi è diventata per me un mantra. Non sapevo però da che parte iniziare perché il mondo di oggi è paragonabile ad un’enorme cucina piena zeppa di cibi, ricette, portate; popolata da individui stranissimi per abitudini e gusti alimentari: vegani, anti vegani, vegetariani, crudisti, crudisti vegani mezzi vegetariani che mangiano solo bacche e semi 🙂 Come riuscire a ritagliarsi un proprio spazio in questo casino culinario, nel quale ognuno cerca di affermare la propria supremazia, i maggiori benefici di seguire questa o quella dieta alimentare?

Ho deciso di sfruttare questa enorme possibilità che Facebook offre a tutti, anche a dei perfetti sconosciuti come me, di potersi creare un proprio pubblico al quale rivolgersi ed inviare il proprio messaggio. È nata così la mia pagina, Cookare. Una pagina dedicata a tutte quelle persone che hanno poche competenze e poco tempo ma a cui piace mangiare bene, a preparare ricette veloci, saporite e vegane.

Personalmente credo che faccia bene alla mia anima evitare di ingerire qualsiasi cosa abbia sofferto prima di terminare tra le mie fauci, però questo non vuol dire che sono disposta a sacrificare i sapori. E noooo!!! Spesso si crede erroneamente che sapore e ricette “bloody free” non possano coesistere, come se una escludesse inevitabilmente l’altro, ecco, copiare vuole rappresentare una sfida a questa falsa credenza e le ricette che troverai qui ne sono una testimonianza certa, provata.
Collaboro con Veggie Channel, con una rubrica bimensile che si chiama:
Vegan Street Food e sono Chef per Veganblog.

Cookare per credere!!

PANDISPAGNA AL CIOCCOLATO FONDENTE

senza zucchero, latte, uova, light, velocissimo da fare!

Ingredienti:

300 gr di farina integrale (o tipo 1)

200 gr di sciroppo d’acero o agave

17 gr di lievito (o cremor tartaro o bicarbonato)

100 ml di olio di semi

350 ml di latte di soia (o avena o mandorla)

25 gr di cacao amaro

essenza di vaniglia o Rum (a piacere)

Procedimento:

Inserisci in un mixer gli ingredienti in questo ordine:

Farina

lievito

cacao amaro

sciroppo d’acero

essenza

Frullare per qualche secondo per amalgamare bene gli ingredienti. Riavvia il mixer e aggiungi il latte vegetale poco alla volta. Informa a 180° per circa 25 minuti (fai la prova con lo stecchino per vedere il punto di cottura). Una volta raffreddato il pan di spagna, puoi farcirlo a tuo piacere: cioccolato fuso, marmellata, crema o panna. Anche con le decorazioni puoi sbizzarrire la tua fantasia: praline di cioccolato, zucchero a velo ad esempio.

La torta in foto l’ho decorata con frutti di bosco e il ripieno è di marmellata di ciliegie!